- Cinefocus, Scene memorabili

Confessioni in punizione

Tratta dal film cult di genere adolescenziale Breakfast Club (regia di John Hughes, 1985) – che vede cinque studenti liceali trascorrere insieme un sabato pomeriggio a scontare una punizione scolastica – nella sequenza in questione i ragazzi si confessano l’un l’altro i motivi della propria detenzione e si scoprono problemi dietro la vita di ognuno di loro, dapprima considerata facile all’apparenza.

I ragazzi del Breakfast Club

breakfast club protagonistiAndrew l’atleta, John lo spavaldo, Brian il “secchione”, Claire la ragazza popolare e Allison “la stramba” scoprono un importante filo conduttore nelle loro vite: un difficile rapporto coi familiari. Quali che siano i tipi di violenze subite, fisiche o mentali, ognuno dei giovani si ricrede col passare delle ore dell’opinione frettolosa con cui aveva giudicato gli altri.

I problemi dei protagonisti

Andrew cerca disperatamente l’approvazione del padre, e facilmente si piega al pensiero altrui; John è un disilluso che para i colpi di una vita sfortunata con spacconeria e sarcasmo; Brian è un bravo figlio che prova a tutti i costi a non deludere le aspettative dei suoi genitori; Claire risente dell’imminente divorzio dei suoi, affidandosi completamente al severo e costante giudizio di amicizie sbagliate; Allison è emarginata dalla famiglia come dai suoi coetanei, ragion per cui si serve di innumerevoli stranezze per attirare l’attenzione.

Il tema affidatogli dal preside Vernon, “Chi pensi di essere?”, è completamente messo da parte ma, seppure tra di loro, finiscono col comprendere l’idiozia dell’affibbiare affrettatamente etichette agli altri. Di certo non daranno la soddisfazione all’adulto stando al suo gioco e, sebbene in questa scena si chiedano cosa accadrà il lunedì successivo a scuola, se saranno ancora amici o meno, l’impressione finale è che le condivisioni fatte nelle passate otto ore siano state troppo profonde perché i cinque possano fingersi estranei alla fine del weekend.

Beatrice Bartaletti

Beatrice Bartaletti

Ciao a tutti! Sono Beatrice, nata a Torino, dove vivo e ho studiato presso la Facoltà di Giurisprudenza. Sono molto socievole, ironica, sognatrice, schietta e senza dubbio rompiscatole! Sono la versione 21enne "in gonnella" di Peter Pan: sempre immatura e su un'isola che non c'è. Amo gli animali e mi interesso di film e libri: quale miglior modo di viaggiare con la fantasia?
Leggi tutti gli articoli di Beatrice Bartaletti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *