- Cinefocus, Personaggi mitici

Mike Banning, l’invincibile uomo ombra del Presidente Asher

mike banning gerard butlerAvvezza all’esagerata amplificazione dell’eroismo quale dote più che status appartenente al singolare individuo, Hollywood partorisce secondo forma mentis un altro prodotto dell’immaginario salvifico, in altre parole un character cinematografico ch’è la quinta essenza del puro, agognato simbolo di risoluta giustizia in un’attualità flagellata dalla scure insanguinata del terrorismo: Mike Banning.

Nome e cognome (banning deriva dal verbo all’infinito to ban, che significa proibire, interdire) appartengono al personaggio chiave del trittico di film formato da Attacco al potere – Olympus has fallen (Antoine Fuqua, 2013), Attacco al potere 2 – London has fallen (Babak Najafi, 2015) e Attacco al potere 3 – Angel has fallen, incentrato sul fondamentalismo nemico delle istituzioni e della pace, pronto a sferrare colpi ferali senza distinzione fra civili e militari.

Mike Banning (uno strepitoso Gerard Butler), classe 1970 e sposato con l’infermiera Leah, è un ex soldato delle Forze Speciali e in particolar modo del 75imo Reggimento dei Ranger, ora il migliore elemento dei Servizi Segreti americani nonchè uomo ombra del Presidente degli Stati Uniti Benjamin Asher (Aaron Eckhart): dove va il leader va lui.

Dotato di fenomenale fisicità, sconfinata determinazione e preparazione maniacale in tattiche di guerra, il signor Banning è destinato a essere per lungo tempo l’incubo di ogni terrorista come lo fu l’indimenticabile John McClane di Bruce Willis nella longeva saga Die Hard (mitica la sua impresa nel grattacielo Nakatomi nel capitolo pilota Trappola di cristallo, diretto nel 1988 da John McTiernan).

mike banningNel 2013 sventa da solo un micidiale attacco alla Casa Bianca a opera di un gruppo di spietati coreani capeggiati dal glaciale Kang. Facendosi largo a colpi di pistola in pieno assalto, l’agente neutralizza immediatamente una decina di terroristi con la sua precisissima P229 riuscendo a entrare nella residenza presidenziale.

Come un fantasma, inizia a mietere vittime nei modi più disparati, ingaggiando lotte corpo a corpo, volteggiando con il suo coltello, torturando al fine di estorcere informazioni e sgusciando da una stanza all’altra. Silenzioso come una fiera di notte, salva prima la vita al figlio di Asher, poi si occupa del feroce Kang avendo su di lui la meglio dopo un furioso duello marziale.

Pietra miliare dello staff del presidente, risulta ancora una volta decisivo due anni dopo quando, in trasferta a Londra per i funerali del primo ministro inglese, si ritrova a proteggere Asher dall’ennesimo attentato a cui lui e il suo protetto sfuggono per un soffio.

gerard butlerImpassibile a ogni sorta di intimidazione e privo di qualunque timore, Mike Banning sovverte prontamente la propria condizione passando da preda a predatore impegnato in una caccia senza quartiere. La sua abilità nel padroneggiare qualunque arma lo rende un giustiziere implacabile, tanto scaltro quanto caparbio in virtù di un fiuto eccezionale ereditato da suo padre, Clay Banning, veterano di guerra e reduce del Vietnam.

Non è, comunque, solo il braccio a vincere, poiché Mike possiede anche cuore e, soprattutto, testa, lame acuminate che gli permettono di anticipare le mosse dei nemici così da annientarli con rapidità e una certa dose di gusto accompagnata a un pizzico di sardonica ironia.

Mike Banning è la dimostrazione in celluloide che non sempre si rendono necessari i supereroi per risolvere le più tragiche situazioni: basta l’umanità portata ai massimi livelli di perfezione ed epurata da qualunque scrupolo in nome di un ideale e, nel suo caso, del dovere professionale.

Samuele Pasquino

Samuele Pasquino

Laureato in Lettere Moderne e giornalista pubblicista freelance, sono il creatore e direttore responsabile di Recencinema.it, appassionato della Settima Arte e scrittore eclettico.
Leggi tutti gli articoli di Samuele Pasquino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *