- Cinefocus, Personaggi mitici

Re Leonida

re leonida1Nella storia greca si sono avvicendati numerosi guerrieri, eroi e grandi condottieri. Tuttavia in questo panorama glorioso, colui che è risultato essere davvero determinante per le sorti del mondo occidentale ha le sembianze del valoroso re di Sparta Leonida. Sovrano di una delle città stato simbolo della Grecia, quest’uomo si è rivelato così coraggioso e amante della patria da sacrificarsi per essa.

Nel 480 a.C. la Persia si prepara ad invadere l’Europa per dominarla: Serse sbarca con il suo grande esercito sulle coste greche per dare il via all’avanzata nell’entroterra. Le città greche sono in lotta tra loro, in particolare Atene e Sparta, acerrime rivali. Leonida è pronto a difendere il territorio ma trova il parere contrario degli efori, sacerdoti della città, intenzionati prima a celebrare le antiche feste religiose delle Carnee. Nonostante l’ostruzionismo dei politici, il re decide comunque di partire ma è costretto ad affrontare i Persiani con la sua sola guardia personale, formata dai migliori 300 soldati spartani, e quindi rinunciare a condurre l’esercito greco.

re leonida2Il valore e l’orgoglio di Leonida, accresciuti soprattutto per merito del suo addestramento militare in giovane età (l’agogé), lo portano alle Termopili, un angusto corridoio di roccia e terra presente proprio in prossimità della costa, passaggio obbligato per le milizie persiane. In questo luogo i 300 sbarrano la strada a Serse, organizzando una difesa praticamente insuperabile: la falange spartana non cede e per tre giorni le orde persiane si infrangono sugli scudi greci riportando gravissime perdite. Leonida e i suoi soldati si battono strenuamente, così da indurre Serse a meditare il ritiro. Un pastore greco, però, tradisce dietro ingente compenso il suo popolo e indica al sovrano persiano la strada per aggirare i 300 e accerchiarli: il manipolo di guerrieri è sconfitto ma Leonida non si arrende, trovando la morte insieme a tutti gli altri.

re leonida3Il sacrificio non risulta vano, poiché nel periodo della battaglia le polis greche si sono ormai organizzate al contrattacco. La conseguente battaglia di Platea ricaccia i persiani in Asia, scongiurando il pericolo di una dominazione umiliante e terribile. Oggi grazie al sacrificio di Leonida è possibile vivere in un’Europa libera e democratica. Al grande sovrano spartano è dedicata una statua marmorea, posta dove sorgono le Termopili. Nel grandioso film 300 di Zach Snyder, ispirato alla graphic novel di Frank Miller, Leonida esprime tutto il suo valore, interpretato dall’attore Gerard Butler, il quale ha saputo enfatizzare ogni aspetto del grande guerriero spartano.

Samuele Pasquino

Samuele Pasquino

Laureato in Lettere Moderne e giornalista pubblicista freelance, sono il creatore e direttore responsabile di Recencinema.it, appassionato della Settima Arte e scrittore eclettico.
Leggi tutti gli articoli di Samuele Pasquino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *