- Cinefocus, Personaggi mitici

Red Pyramid, il terrificante e contraddittorio demone di Silent Hill

pyramid head silent hillSilent Hill vive tra due dimensioni. La prima è quella di una cittadina abbandonata, dove il tempo si è letteralmente fermato. L’altra è la dimensione oscura che permette al male – vivente nei meandri della stessa – di emergere.

Tra le creature che la tenebra è in grado di richiamare spicca Red Pyramid, il personaggio che nel videogioco prodotto da Konami nel 1999, viene chiamato Pyramid Head. Nelle trasposizioni cinematografiche ritroviamo quindi lo stesso character della serie di videogames, ma catapultato in contesto diverso.

Questo demone popola la dimensione da incubo che costringe la cittadina a un loop temporale infinito dove, con regolarità, il male si propaga con violenza. L’imponente massacratore – interpretato dall’attore e coreografo italiano Roberto Campanella – contribuisce a portare morte tra le strade della ghost town e nei suoi edifici.

In Silent Hill, diretto nel 2006 da Christophe Gans (Il patto dei lupi), Red Pyramid fa la sua comparsa dopo circa tre quarti d’ora. Le apparizioni sono sporadiche, ma di sicuro effetto. Entra in scena dal nulla, una figura agghiacciante preceduta da uno stuolo disgustoso di scarafaggi, e sin da subito persegue Rose e Cybil tentando di ucciderle con un’enorme lama. La cieca malvagità e la forza fisica prorompente di Red Pyramid si palesano immediatamente.

red pyramid silent hillUn’altra apparizione particolarmente impressionante è quella relativa alla scena della chiesa. Mentre tutti sono intenti a fuggire rifugiandosi all’interno del santuario locale, il mostro raggiunge la sventurata Anna scuoiandola e smembrandola a mani nude. Ancora una volta lo spettatore si deve arrendere al fatto che il personaggio pare essere invincibile e in grado di contare su una forza indubbiamente sovrumana.

La sua ferocia è manifesta, ma quali ragioni lo spingono a compiere determinate efferatezze? Il motivo non è noto, eppure risulta evidente che si tratta del villain peggiore da affrontare tra le creature demoniache di Silent Hill. Il film poi ci propone una chiave di lettura che identifica la causa della presenza di tutti i mostri e del mondo infernale che si scatena nella cittadina: il profondo e giustificato rancore di Alessa.

In sintesi, è come se ogni orrore che abita la cittadina sia frutto della sua capacità di plasmare un sottobosco terrificante atto a punire gli artefici del cruento abominio perpetrato ai danni della stessa, arsa in un rogo “purificatore”. Se accettiamo la spiegazione del film, dobbiamo considerare anche Red Pyramid come uno strumento di vendetta agli ordini della giovane vittima.

red pyramid in front of cybil e roseRed Pyramid è presente anche nel sequel del survival horror, ovvero Silent Hill: Revelation. Differentemente dal primo capitolo, il mastodontico aguzzino irrompe dopo una manciata di minuti nel corso di una sequenza onirica che vede Sharon tentare di mettersi in salvo all’interno di un luna park.

Si pensa, però, che questa volta il demone prenda le difese di Sharon in qualità di alleato, pronto a intervenire nei momenti di difficoltà della ragazza. Accettando questa interpretazione, il villain sembra diventare ancora più enigmatico, sfuggevole anche per la narrazione stessa.

La teoria sembra ogni modo reggere, confermata dall’ultimo combattimento. Red Pyramid riesce ad avere la meglio su una creatura, salva Sharon e poi procede per la propria strada ignorando totalmente la sua protetta.

Red Pyramid appare e scompare avvolto in una fitta coltre di mistero. Sembra impossibile decifrare il suo comportamento alla luce dei fatti rivelati nelle due pellicole cinematografiche. Un personaggio ricco di fascino e mistero, in grado di svestire rapidamente i panni del villain per indossare gli inspiegabili abiti del complice. Le motivazioni restano oscure, le sue azioni assolutamente contraddittorie.

Paolo Giacometti

Paolo Giacometti

Amo il cinema, soprattutto quello di genere. Mi piace scrivere e gestisco community online dedicate al cinema e alla cultura nerd. Ho avviato un canale e una pagina dedicati ai film con gli zombi.
Leggi tutti gli articoli di Paolo Giacometti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *