- Cinefocus, Personaggi mitici

Segen: in missione contro l’apocalisse zombie

segen world war zHa la guerra nel nome, che in ebraico significa “tenente”. Segen è una giovane ufficiale dell’IDF – Forze di Difesa Israeliane, addestrata e sufficientemente combattiva per far fronte a un’apocalisse dalla quale non sembra esserci via di fuga.

Lei, però, non è abituata a fare calcoli ma soltanto ad agire prontamente eseguendo alla lettera gli ordini impartiti dai superiori. Nonostante il poderoso muro eretto lungo il suo intero perimetro, Gerusalemme cede anch’essa all’invasione dei feroci zombie ormai dilaganti in tutto il pianeta. Succede proprio quando Gerry Lane vi transita per trovare una possibile cura contro l’epidemia che sta facendo capitolare l’umanità in un incubo da inferno dantesco.

La missione: scortare Gerry

soldato segenLa missione di Segen arriva di rimando: scortare Gerry all’ultimo aereo in grado di decollare e lasciare quella terra ormai in mano ai demoni. La vediamo comunicare alla radio con i colleghi mentre conduce di corsa il suo protetto fra i vicoli angusti della città, fucile imbracciato e coraggio nel cuore, la paura che a tratti affiora venendo ricacciata dentro in quanto inutile intralcio a reazioni e riflessi.

La minuta Segen giganteggia, spara e colpisce, tiene Gerry stretto a sé perché l’uomo è diventato d’improvviso la sola speranza per il pianeta, il Santo Graal, insomma un potenziale salvatore. La donna non esita, imposta difese e barricate mentre i commilitoni periscono uno a uno, travolti dai terribili non morti.

Segen mantiene sangue freddo e controllo, ma basta davvero qualche esile attimo di riposo per subire un morso sulla mano ed essere condannati all’abominevole trasformazione. È in quell’esatto momento che i ruoli si ribaltano. Gerry amputa l’estremità del suo angelo custode ed è lui ora a reggerla per proseguire la corsa disperata verso l’aeroplano.

Proteggersi a vicenda

segen e gerry lane in world war zEntrambi si mettono in salvo e spiccano il volo. Indebolita per il copioso sangue perso, Segen viene medicata da Gerry dopo aver fermato l’emorragia, eppure i guai non sono finiti. Anche sul velivolo gli zombie prendono il sopravvento e ancora una volta la coppia neocostituitasi per caso riesce a sopravvivere cinturandosi alle poltrone prima della deflagrazione di una bomba lanciata da Gerry per squarciare l’aereo e lasciare al risucchio del vuoto i famelici invasori.

Ritroviamo Gerry e Segen a terra, malconci ma salvi, rimessi in piedi in un centro ricerche OMS nei pressi di Cardiff. I due ora si proteggono a vicenda, guardandosi le spalle all’interno del laboratorio in cui si arriverà all’agognato camuffamento. L’ufficiale israeliana torna con Gerry in prima linea: ora è la sua complice, un’incrollabile compagna d’avventura nuovamente immersa nel dramma della Guerra Mondiale Z.

Daniella Kertesz, l’attrice che interpreta Segen

A impersonare la bella Segen l’attrice Daniella Kertesz, israeliana, figlia più piccola di una famiglia ebraica e, ironia della sorte, obiettore di coscienza. Emigrata negli Stati Uniti d’America, esordisce sul grande schermo proprio con World War Z, cui faranno seguito le pellicole After Death e Incitamento.

Samuele Pasquino

Samuele Pasquino

Laureato in Lettere Moderne e giornalista pubblicista freelance, sono il creatore e direttore responsabile di Recencinema.it, appassionato della Settima Arte e scrittore eclettico.
Leggi tutti gli articoli di Samuele Pasquino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *