- Conferenze stampa e Interviste

Hammamet secondo Gianni Amelio

sul set di HammametIl regista incontra la stampa alla prima del film e parla del suo Craxi

Il mio Craxi non vuole essere nè un eroe nè un carnefice. E’ semplicemente la narrazione della decadenza dell’uomo”. Questa la principale dichiarazione del regista Gianni Amelio, intervenuto al Cinema Adriano di Roma mercoledì 8 gennaio 2020 per parlare del suo ultimo film, Hammamet.

La pellicola, incentrata sugli ultimi sei mesi di vita di Bettino Craxi, controverso leader del Partito Socialista Italiano nonché ex Presidente del Consiglio, ha visto come protagonista (e ospite della conferenza) l’attore Pierfrancesco Favino, che tra una battuta e l’altra ha voluto ringraziare i truccatori Andrea Leanza e Massimiliano Duranti per aver reso possibile l’impressionante trasformazione nel ruolo di una delle figure più influenti, nel bene e nel male, della politica degli ultimi cinquant’anni.

E’ un film che parla anche del rapporto padre-figlio” – ha spiegato il cineasta calabrese, rispondendo alla domanda se questo film fosse solo su Craxi e la sua vita politica, facendo riferimento anche a opere del passato come La tenerezza, che aveva visto Carpentieri vincere il David di Donatello come miglior attore protagonista, e che in questa pellicola ricopre il ruolo di consigliere di Craxi.

Nelle sale da giovedì 9 gennaio 2020.

Gianluca Dozza

Gianluca Dozza

Laureato al DAMS, corso di cinema, sono un appassionato di sport e ovviamente del mondo cinematografico. Mi piacerebbe farne un mestiere.
Leggi tutti gli articoli di Gianluca Dozza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *