- News

Annunciata una partnership tra Andrea Iervolino e Johnny Depp

andrea iervolino e johnny deppUna partnership inedita farà sognare prossimamente il mondo del cinema italiano: accanto al produttore italiano Andrea Iervolino vedremo niente poco di meno che la star hollywoodiana Johnny Depp. Il co-fondatore e CEO di AMBI Media Group collaborerà infatti con la casa di Depp, la Infinitum Nihil, per creare nuovi contenuti digitali attraverso la rivoluzionaria piattaforma TaTaTu.

Lanciata appena sei mesi fa dallo stesso Iervolino, TaTaTu si è subito fatta conoscere nel mondo del digitale: essa unisce il mondo e le funzionalità dei social network con un interessante sistema di ricompensa, basato sui token. Dunque, un utile sistema di condivisione per gli appassionati di cinema e gli addetti ai lavori. Negli ultimi tempi, la piattaforma, targata AVOD, sta coinvolgendo nel suo network un numero sempre maggiore di consumatori, aiutando i creatori nella difficile missione di trovare fondi per le loro opere.

Tra i contenuti originali già finanziati o in fase di produzione sono inclusi titoli come Waiting for the Barbarians, del regista e sceneggiatore colombiano Ciro Guerra. Una pellicola non da poco, considerato che annovera un cast con attori del calibro di Mark RylanceJohnny Depp e Robert Pattinson. I tre daranno vita ai personaggi del Premio Nobel per la letteratura James Coetzee, tratteggiando un’epoca di amori e di odi razziali in una storia straordinaria.

Non l’unica che attende il pubblico di TaTaTu, tuttavia. Molto in vista sulla piattaforma è anche un film biografico su Lamborghini con Antonio Banderas e Alec Baldwin, oltre che un documentario originale sul due volte candidato all’Oscar® Jeremy Renner. Come tralasciare poi The Sound of Freedom con Jim Caviezel e Mira Sorvino. I rumors dicono che si tratterà del toccante dramma di un ex-impiegato governativo, impegnato a salvare le piccole vittime dei trafficanti di sesso.

Sul fronte delle acquisizioni TaTaTu, recente protagonista è il documentario – presentato alla 75 Mostra del cinema di Venezia – Friedkin Uncut. A tratteggiare la vita dello straordinario regista William Freidkin, che conta nel suo bagaglio il famoso film L’esorcista, sono le eccellenze del cinema internazionale. Tra attori e registi compaiono Matthew McConaughey, Francis Ford Coppola, Quentin Tarantino, Michael Shannon, Edgar Wright, Willem Dafoe e poi, ancora, Ellen Burstyn, Gina Gershon, Juno Temple, Wes Anderson, Damien Chazelle e lo stesso William Friedkin.

Insomma, una stagione da non perdere quella che si profila sulla piattaforma di Iervolino. Di certo, la collaborazione di Depp arricchirà ulteriormente il panorama. Il produttore italiano si è dimostrato infatti entusiasta della collaborazione: “Johnny ha la capacità di concettualizzare il materiale in un modo in cui pochi riescono, senza le convenzionali formule del settore che dettano i progetti che vengono realizzati.” Poi, continuando a tessere le lodi del neocollega, dichiara: “Johnny sarà un collaboratore chiave in questo processo creativo, siamo incredibilmente entusiasti di sostenere le sue visioni in queste storie da portare alla luce“.

Dal canto suo, anche Depp si è mostrato enormemente soddisfatto. La sua è un’ottima descrizione dei principi che animeranno questa prolifica partnership: “In questa era di intrattenimento democratico, ammiro l’ethos immaginario di Andrea e non vedo l’ora di collaborare insieme in modo libero e costruttivo, cosa che si addice ai principi delle nostre rispettive entità“.

Giorgia Colucci

Giorgia Colucci

1998, inguaribile sognatrice e amante dell’arte in ogni sua forma. Frequento il liceo classico di Varese e nel tempo libero tento di ritrovare nel mondo quella bellezza descritta sui libri. Il cinema è per me complementare alla lettura, è l’espressione raffinata del nostro mondo intrinseco, il mezzo per fuggire dalla realtà e perdersi semplicemente. Apprezzo ogni genere di film, ma sono innamorata profondamente delle atmosfere talvolta favoleggianti, talvolta cupe di quegli strani anni in cui a popolare il grande schermo erano i miti. Mi emoziono spesso, perciò scrivere, per comprendere e amare, diventa una necessità.
Leggi tutti gli articoli di Giorgia Colucci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *