- News

Girando per Torino, l’anima del cineturismo in un tour immersivo

profondo rosso piazza CLN TorinoNon è un caso che sia stato il giorno di San Valentino il teatro temporale dell’inaugurazione de Girando per Torino, il tour di cineturismo ideato per fomentare, alimentare e rafforzare il grande amore che il pubblico torinese ha sempre – e in modi diversi – nutrito per l’illustre urbanità sabauda. Il 2020, per chi non lo sapesse, è un anno molto particolare per il capoluogo, l’anno di Torino Città del Cinema, bandiera sotto la quale verranno organizzati tantissimi eventi volti a celebrare quella che s’erge dopo Roma a vera Mecca della Settima Arte.

Il progetto ha la paternità della Città di Torino, del Museo Nazionale del Cinema e della Film Commission Torino Piemonte, questi ultimi festeggiati speciali in virtù del loro ventesimo anniversario, contingenza che non poteva essere più tempestiva e appropriata.

sindaca di Torino Chiara AppendinoGirando per Torino si articola in un percorso composto da un interessante novero di 20 postazioni multimediali (realizzazione a cura di Fargo Film, ideazione e progettazione dello Studio Loredana Iacopino Architettura) ubicate nel centro storico, ed esattamente nei luoghi scelti in passato dai più famosi registi per girare alcune scene di pellicole diventate dei veri cult.

I vari “monoliti” (per dirla alla maniera di Kubrick), dotati di speciali vetrofanie che su pannelli riflettenti (concepiti al fine di valorizzare il circostante contesto architettonico) riproducono in bianco e nero i personaggi protagonisti, si presentano come grossi parallelepipedi sfoggianti inoltre il manifesto ufficiale del film e una nicchia in cui è possibile accomodarsi osservando un monitor incastonato all’interno, sul quale è proiettato un breve documentario relativo all’opera e ai suoi curiosi aneddoti.

marco ponti santa maradonaSono essi autentiche finestre culturali che permettono di riaffacciarsi sull’affascinante universo caratterizzante venti capolavori in celluloide ambientati in Italia, esortando residenti e turisti a visitare i luoghi più belli e significativi della città piemontese. Davanti al Profondo Rosso point in Piazza C.L.N., ove campeggia l’inquietante figura dell’omicida interpretata dall’indimenticabile Clara Calamai, il critico cinematografico Steve Della Casa (e conduttore della trasmissione radiofonica Hollywood Party a fianco di Efisio Mulas) ha introdotto e presentato il progetto insieme alla sindaca Chiara Appendino, all’Assessore alla Cultura della Città di Torino Francesca Leon e all’Assessore al Commercio Alberto Sacco.

heaven via accademia delle scienze torinoQuesto tour” – afferma Della Casa – “ci ricorda, una volta di più, che Torino non ha mai smesso di riscontrare il gradimento dei cineasti, spinti a girare in quella che obiettivamente è fra le location urbane più complete del mondo in termini di storia, cultura, atmosfera e conformazione” – aggiungendo che – “Qui le produzioni cinematografiche non si sono mai interrotte continuando a incidere positivamente su un’industria prolifica e dagli alti profitti nonostante l’interferenza delle piattaforme streaming sorte nell’ultimo decennio.

La sindaca Appendino esprime tutta la propria soddisfazione: “Rimango convinta che le differenze politiche alla base di divisioni e divergenze si combattono con le idee, e in questo momento l’intera Giunta Comunale sta dimostrando di saperlo fare, grazie anche e soprattutto al supporto dato dai principali enti promotori della scena culturale torinese.” Conclude dicendo che “La nomina di Torino Città del Cinema 2020 ci riempie di orgoglio e intendiamo renderle onore con il massimo impegno ed eventi degni di questo prestigioso fregio.

davide ferrario dopo mezzanotteSteve Della Casa ha poi guidato la delegazione di giornalisti alla scoperta di otto punti d’interesse, Piazza C.L.N. (Profondo Rosso), Via Lagrange (Santa Maradona, in compagnia del regista Marco Ponti), Via Accademia delle Scienze (Heaven), porticato del Museo del Risorgimento (Benvenuto Presidente!), Piazza Carlo Alberto (Addio giovinezza!), Via Verdi (Dopo mezzanotte, insieme a Davide Ferrario), Piazza della Consolata (La meglio gioventù, alla presenza dell’attrice Sonia Bergamasco) e Piazza della Repubblica (La donna della domenica).

sonia bergamasco la meglio gioventùUna mappa cartacea, reperibile presso gli uffici del turismo di Piazza Castello e Piazza Carlo Felice  – e in formato digitale sul sito ufficiale di Torino Città del Cinema 2020 – indica tutte le venti postazioni collegate entro un itinerario riportato sull’app Italy for Movies.

Girando per Torino è un progetto che si avvale inoltre del sostegno del MIBACT e della collaborazione della Regione Piemonte e della Fondazione per la Cultura di Torino. RAI e IREN ricoprono rispettivamente i ruoli di Media Partner e Partner Tecnico.

Samuele Pasquino

Samuele Pasquino

Laureato in Lettere Moderne e giornalista pubblicista freelance, sono il creatore e direttore responsabile di Recencinema.it, appassionato della Settima Arte e scrittore eclettico.
Leggi tutti gli articoli di Samuele Pasquino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *