- News

Il sequel de Il Gladiatore, un’impresa possibile

lucius il gladiatoreL’epopea di Massimo Decimo Meridio potrebbe ritornare presto sul grande schermo. Ridley Scott sta lavorando a Il Gladiatore 2 insieme ai produttori Laurie Mcdonald e Walter F. Parkers.

Le notizie certe non sono molte, ma la sola idea che la storia di uno dei classici contemporanei più apprezzati possa continuare entusiasma il pubblico.

Alla sua uscita nel 2000, Il Gladiatore aveva meritato ben 11 nominations agli Oscar, delle quali 5 tramutate in statuette. Non ultima quella di Russell Crowe, premiato come migliore attore per la sua interpretazione del legionario divenuto per vendetta gladiatore rivoltoso.

La sceneggiatura questa volta sarà affidata a Peter Craig, non soltanto esperto di saghe che vanta la scrittura dei tre Hunger Games, ma anche di sequel. Suo infatti è anche Top Gun: Maverick, seguito dell’iconico film con Tom Cruise.

Secondo le indiscrezioni, protagonista di questo nuovo capitolo dovrebbe essere Lucius, figlio di Lucilla e nipote dell’antagonista Commodo, giovane che proprio Massimo aveva contribuito a salvare nel film originale.

Stiamo lavorando con Ridley, ma si tratta di un progetto che non vogliamo toccare fino a quando non avremo un percorso ben stabilito per realizzarlo in maniera valida” – hanno raccontato i produttori, consci delle difficoltà di confrontarsi con un opera così affermata nella cultura popolare – “Perciò stiamo lavorando con un grande sceneggiatore come Peter Craig“.

Nonostante per il momento i dettagli siano ancora  avvolti nel mistero, abbiamo qualche notizia intrigante: “Possiamo però dire che il film sarà ambientato 25 anni dopo l’originale.

Giorgia Colucci

Giorgia Colucci

1998, inguaribile sognatrice e amante dell’arte in ogni sua forma. Frequento il liceo classico di Varese e nel tempo libero tento di ritrovare nel mondo quella bellezza descritta sui libri. Il cinema è per me complementare alla lettura, è l’espressione raffinata del nostro mondo intrinseco, il mezzo per fuggire dalla realtà e perdersi semplicemente. Apprezzo ogni genere di film, ma sono innamorata profondamente delle atmosfere talvolta favoleggianti, talvolta cupe di quegli strani anni in cui a popolare il grande schermo erano i miti. Mi emoziono spesso, perciò scrivere, per comprendere e amare, diventa una necessità.
Leggi tutti gli articoli di Giorgia Colucci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *