- News

Keaton, Cinema Maestro! seleziona 12 film da proporre alle scuole per le Giornate Mondiali

la signora dello zoo di varsaviaIl cinema è probabilmente il medium più indicato a operare una sensibilizzazione a più livelli in relazione ai più svariati argomenti che interessano il nostro presente, legato al passato delle origini e nondimeno alle scelte del futuro. La Settima Arte incontra la scuola per mezzo dei docenti più appassionati, i veri cultori del canale mediatico attraverso cui emergono temi, storie e dibattiti tradotti in immagini in sequenza, in fotogrammi che illustrano un racconto creando visioni chiarificatrici.

oltre la notteIl punto d’incontro è la piattaforma Keaton, efficace soluzione digitale che contribuisce all’attuazione del Piano Nazionale “Cinema per la Scuola” promosso dal Miur e dal MiBAC al fine di riconoscere al cinema un esplicito ruolo didattico e di affidare allo stesso l’incarico di spiegare, inquadratura per inquadratura, la narrativa del reale (ma non solo) allo studente.

il caso spotlightKeaton è lo strumento in più per il corpo insegnante, un modo alternativo di fare lezione permettendo all’allievo di sdoganare le usuali modalità di apprendimento interfacciandosi con il potere del grande schermo. È un progetto che mette in relazione le giovani generazioni con cult cinematografici, capolavori e classici d’immenso valore propedeutico che evolvono naturalmente divenendo geniali e capillari approfondimenti capaci di toccare decisamente i gusti e le coscienze del fruitore.

sami bloodKeaton, Cinema maestro!, che si è scelto di nominare come il maestro della comicità Buster Keaton, celeberrimo pioniere del genere, è un sito web attraverso il quale il docente può scegliere una singola pellicola da sottoporre ai propri studenti usufruendo di una sala cinematografica aderente al progetto, concordando con essa un giorno e un’ora in cui far assistere la classe alla proiezione. Un modo, questo, per offrire all’allievo supporto, materiale e argomenti sui quali poter successivamente discutere in aula, un modo di far scuola per tramite dell’innovazione digitale.

sea sorrowLa piattaforma propone una selezione di film scelti per scuotere letteralmente le coscienze dei ragazzi secondo un cinema d’impegno ottemperante ai precisi obiettivi perseguiti rispettivamente dalla Giornata Mondiale dei Diritti Umani (10 dicembre), dalla Giornata Internazionale sui Diritti dei Migranti (18 dicembre) dal Giorno della Memoria (27 gennaio) e, ancora, dalla Giornata Internazionale della Donna (8 marzo), dalla Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Discriminazione Razziale (21 marzo) e infine dalla Giornata Mondiale della Libertà di Stampa (3 maggio).

Giornata Mondiale dei Diritti Umani

  • Oltre la notte (Fatih Akin, 2018)
  • Diaz (Daniele Vicari, 2012)
  • Sami Blood (Amanda Kernell, 2017)
  • Figlio di nessuno (Vuk Rsumovic, 2015)
  • Il caso Spotlight (Tom McCarthy, 2015)

Giornata Internazionale sui Diritti dei Migranti

  • Sea Sorrow – Il dolore del mare (Vanessa Redgrave, 2017)
  • My name is Adil (Adil Azzab, Andrea Pellizzer e Magda Rezene, 2016)
  • Styx (Wolfgang Fischer, 2018).

Giorno della Memoria

  • La signora dello zoo di Varsavia (Niki Cairo, 2017)
  • Remember (Atom Egoyan, 2015)
  • Il grande dittatore (Charlie Chaplin, 1940)

Giornata Internazionale della Donna

  • La signora dello zoo di Varsavia (Niki Cairo, 2017)

Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Discriminazione Razziale

  • Sami Blood (Amanda Kernell, 2017)
  • Il grande dittatore (Charlie Chaplin, 1940)
  • L’ultimo terrestre (Gianni Pacinotti, 2011)
  • Styx (Wolfgang Fischer, 2018)

Giornata Mondiale della Libertà di Stampa

  • Il caso Spotlight (Tom McCarthy, 2015)

 

Maggiori informazioni sono reperibili su Keaton.eu.

Copyright immagini: Ufficio Stampa Keaton.

Samuele Pasquino

Samuele Pasquino

Laureato in Lettere Moderne e giornalista pubblicista freelance, sono il creatore e direttore responsabile di Recencinema.it, appassionato della Settima Arte e scrittore eclettico.
Leggi tutti gli articoli di Samuele Pasquino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *