- Oggi al cinema

Midway

midway poster

Titolo originale: Midway

Regia: Roland Emmerich

Cast: Ed Skrein, Dennis Quaid, Aaron Eckhart, Patrick Wilson

Musiche: Harald Kloser e Thomas Wanker

Produzione: USA 2019

Genere: Guerra

Durata: 138 minuti

Trailer

midway patrick wilson  midway aaron eckhart  midway dennis quaid

 

Regia: stellastellastella

Interpretazione: stellastellastella

Sceneggiatura: stellastellastella

Musica: stellastellastella

Giudizio: stellastellastella

 

Trama

Isole Midway, Oceano Pacifico. USA e Giappone si fronteggiano in un’estenuante battaglia aerea lunga quattro giorni. Dick Best e il suo più caro amico Wade McClusky, i piloti Clarence Dickinson ed Eugene Lindsey, la mente Edwin Layton al servizio del Comandante stratega Chester Nimitz, e ancora Isoroku Yamamoto e Tamon Yamaguchi, Ammiraglio e Controammiraglio giapponesi: sono uomini reali plasmati dal coraggio e dal sacrificio, abilità e spirito di squadra, emozioni e fragilità.

Recensione

Questo film è importante perché racconta storie vere di veri eroi, di uomini le cui azioni eroiche sono state spesso dimenticate. Adoro il fatto che onoriamo una generazione immensa e trasmettiamo questo pezzo di storia alle generazioni successive. Midway porterà il pubblico indietro nel tempo.” – racconta Mandy Moore alias Ann Best, moglie di Dick Best, uno dei protagonisti della battaglia aerea più lunga (o quasi) mai vista al cinema, e agghiacciante e coraggioso ‘bombardiere in picchiata’ della portaerei USS Enterprise.

Quest’ultima, insieme con la USS Hornet e la USS Yorktown, sferrarono un vincente contro-attacco a sorpresa alla flotta giapponese fra il 4 e il 7 Giugno 1942. Si tratta della battaglia nei pressi delle isole Midway, punto di svolta della guerra nel Pacifico che segnò la battuta d’arresto o quanto meno un rallentamento dell’avanzata della Marina Imperiale Giapponese.

Tutto si origina dalla sconfitta americana a Pearl Harbor nel dicembre 1941, inaspettata e cocente. Lo spirito di rivalsa, di patriottismo, di sacrificio e una grande capacità strategica di intelligence condussero la flotta americana, inferiore per addestramento e capacità aeronavali rispetto ai nemici asiatici, al successo di Midway che comunque costò perdite di vite umane, di 147 velivoli e l’affondamento della portaerei Yorktown.

Lo scenario successivo fu però molto diverso: se la Marina militare statunitense ebbe già dal 1938 la capacità e le risorse di riarmarsi e rinforzarsi grazie alla promulgazione di due leggi favorevoli, che dettero impulso vitale al prosieguo del conflitto mondiale, per le forze giapponesi le perdite furono tali da condurre verso un lento declino.

All’inizio del film il dialogo fra l’ammiraglio Yamamoto e il Tenente della Marina degli Stati Uniti nonchè arguto membro dell’intelligence americana Layton (efficaci nel ruolo Etsushi Toyokawa e Patrick Wilson), avvenuto nel 1938, mette sul tavolo elementi nodali per la comprensione della situazione di partenza e del punto di arrivo del conflitto Usa-Giappone: la dipendenza del Giappone dagli USA per il petrolio e la superiorità nipponica della flotta militare.

Si assiste a un colloquio formale e profondo fra due uomini moderati che subdorano nulla di buono nel prossimo futuro, tanto da far dire al funzionario giapponese ormai americanizzato che “non è il caso di risvegliare il gigante americano addormentato”.

Il tedesco Ronald Emmerich, maestro nel creare effetti speciali ammantandoli di pathos, qui ricrea durante venti anni di lavoro, in modo puntuale e maniacale, ambientazioni (in parte negli Studios di Montreal e in parte in una base aerea delle Hawaii), artiglieria e abiti: nel dettaglio bombardieri, cabine di pilotaggio e portaerei vengono costruiti grazie all’abilità del supervisore degli effetti speciali Guillaume Murray. Gli Archivi della Marina e gli Archivi Nazionali sono stati le preziose fonti per collocare tutto questo negli anni ’30 e ’40.

Il Comandante in Capo delle Aree dell’Oceano Pacifico Chester Nimitz (un canuto splendido Woody Harrelson), affiancato dal su citato Layton – furono in grado di penetrare nel fragile sistema di comunicazione nipponico e anticipare le mosse degli avversari. Questa mossa in primis e alcune decisioni errate nei tempi e nei modi da parte dei giapponesi portarono al successo statunitense.

Il Comandante Lindsey (Darren Criss) e Wade McClusky (Luke Evans), responsabile degli aerosiluranti e più caro amico di Dick Best, sono le figure chiave di Midway: portano con sé lo spettatore in volo, sembra quasi di star lì tra frastuoni, fumo, pericolo e adrenalina, in picchiata fin quasi a un centimetro dal bersaglio prima di sganciare il colpo finale e tornare in aria.

Midway è una cronaca fin troppo dettagliata di una battaglia frenetica e appassionante, che perde fluidità proprio per l’andirivieni eccessivo tra ‘un altrove e un qui’. Ci si ferma poco, il ritmo impazzito è il protagonista di una regia piegata ad esso. Lo spettatore non si annoia mai e resta incollato alla poltrona come il pilota alla propria postazione.

Film sensazionalistico, eccellente per l’affascinante ricostruzione di interni ed esterni. Kolossal godibile da vedere tassativamente su grande schermo.

Curiosità

cast midway

 

Il primo film a essersi occupato della vicenda storica in questione fu La battaglia di Midway del 1976.

 

Copyright immagini: Eagle Pictures

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *