Stelline e stellette - Un romanzo di Pino Olivieri

 

pubblicità giovani registi e produzioni

In Esclusiva ! ! !

giovani creativi e produzioni recencinema

cinema ergo sum - l'editoriale di samuele pasquino logo ritratti d'autore

richiesta pubblicità su recencinema.it

Seguici!

facebook icon
twitter icon
youtube icon

Questo sito utilizza immagini come utente non esclusivo e i diritti rimangono delle rispettive case di produzione e distribuzione cinematografiche.

Questo sito utilizza i cookies, in modo particolare a fini statistici, e la sua navigazione ne comporta quindi l'accettazione; in caso contrario, è necessario uscire dal sito e cancellare i cookies memorizzati sul proprio computer (o bloccarli per future visite). Per ulteriori info, visita la nostra privacy e cookie policy. Grazie

La Bacchetta di Sambuco

Scritto da Eliana Caggiati   

bacchetta di sambuco1Ora che anche la saga di Harry Potter è giunta al termine, è quasi automatico che diventi oggetto di analisi, vista la fitta rete di elementi che la compongono e che l'hanno resa un cult del cinema fantasy. Uno su tutti, essendo la storia fondamentalmente un'eterna battaglia tra l'occhialuto maghetto e Colui-Che-Non-Deve-Essere-Nominato, è sicuramente l'arma che determina l'epilogo del duello finale; o meglio, l'oggetto magico. La celeberrima Bacchetta di Sambuco, che rende invincibile il suo possessore, nelle mani di Harry Potter riesce finalmente a sconfiggere Lord Voldemort nell'epico scontro finale del settimo capitolo; è la bacchetta più potente del mondo magico, essendo costituita dal rarissimo pelo della coda di un thestral, un cavallo alato, circondato da legno di sambuco. thestralLa Bacchetta è uno dei tre Doni della Morte, secondo la leggenda narrata a Harry: oggetti magici che rendono chi li possiede in grado di sconfiggere chiunque, anche l'Oscura Signora. La Bacchetta, però, funziona soltanto se impugnata da chi realmente la possiede: Al tempo della storia, il suo legittimo proprietario è Albus Silente, con cui viene addirittura seppellita. Poco prima di morire, però, Silente viene disarmato dal giovane Draco Malfoy, che diviene il nuovo proprietario della Bacchetta; ignaro del privilegio ereditato, Draco, a suo volta disarmato dal nostro Harry, non ne sfrutterà mai l'immenso potere. bacchetta di sambuco2Lo spettatore diventa consapevole, insieme ai protagonisti, della verità sull'arma: Voldemort riesce a profanarla ma, non possedendola realmente, appunto, nelle sue mani non ha alcun effetto. E nemmeno dopo aver ucciso Piton, che lui credeva il vero proprietario avendo assassinato Silente, riuscirà nell'intento: Harry Potter è l'erede della Bacchetta di Sambuco. Harry Potter è destinato a diventare il mago più potente del mondo; eppure, dopo aver sconfitto il suo nemico/alter ego di sempre, il maghetto, ormai uomo fatto e finito, come tale prende la decisione di non conservarla, spezzandola, gettandone i resti e, di fatto, vanificandone l'invincibile potere magico.

 

Commenti  

 
0 #1 giorgiona caccola 30 2012-11-11 09:02
la bacchetta di sanbuco...
se noti è quercia di drago e la lunghezza è di 15 pollici...
è senza dubbio la bacchetta piu forte al mondo e una curiosità:
voldemort ha paura di silente nel quinto capitolo, in occasione dello scontro, ecco perchè è più forte.
Citazione
 
© 2014 Recencinema.it - Dove il cinema è cultura Designed by Serena Dolgetta
Domenica, 23.11.2014
T O P