In Esclusiva ! ! !

giovani creativi e produzioni recencinema

cinema ergo sum - l'editoriale di samuele pasquino logo ritratti d'autore

Questo sito utilizza immagini come utente non esclusivo e i diritti rimangono delle rispettive case di produzione e distribuzione cinematografiche.

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini espressi nella Privacy e Cookie policy del sito. Grazie

Benvenuto Presidente!

Scritto da Virginia Cerrone   
Venerdì 15 Marzo 2013 10:27

benvenuto presidenteTitolo originale: Benvenuto Presidente!

Regia: Riccardo Milani

Cast: Claudio Bisio, Kasia Smutniak, Beppe Fiorello

Musiche: Andrea Guerra

Produzione: Italia 2013benvenuto presidente1

Genere: Commedia

Durata: 100 minuti

   Trailer

benvenuto presidente2

 

Regia:

Interpretazione:

Sceneggiatura:

Musica: benvenuto presidente3

Giudizio:

 

Trama

Giuseppe Garibaldi, Peppino per gli amici (Claudio Bisio) vive in un piccolo paese di montagna dove coltiva l’hobby per la pesca e la passione per la biblioteca dove lavora. A dispetto di chi lo definisce un fallito, si fa forte del credo secondo il quale tutto quello che vien fatto torna indietro. Un giorno, apparentemente uguale agli altri, riceve la notizia di essere stato, paradossalmente, eletto Presidente della Repubblica Italiana. Pur consapevole di non esserne all’altezza, accetta l’incarico e da subito si trova a doversi confrontare con il Vice Segretario di Stato Janis Clementi (Kasia Smutniak), che cerca di frenare le intemperanze iniziali e di disciplinare il neo presidente al protocollo. E’ un percorso non facile ma Peppino, con la sua autenticità, la sua onestà, il tutto condito da una sana follia, riesce a dare una scossa alle istituzioni in crisi da tempo e a riconquistare la fiducia del Paese ma, sopra ogni cosa, riesce a conquistare l’amore di Janis mentre a palazzo la vita scorre tempestosa, come sempre.

Recensione

Un film che ha la connotazione dell’istant movie, l’ultima fatica firmata da Riccardo Milani ma, mentre l’istant movie si promette di narrare fatti di cronaca avvenuti prima della realizzazione dell’opera, con “Benvenuto Presidente!” ci troviamo nella situazione contraria, in quanto la sceneggiatura era stata concepita circa tre anni prima. Una commedia profetica che è specchio dei nostri tempi e che intercetta perfettamente il desiderio di cambiamento che è ormai comune al popolo italiano. Un film che ha come logica politica l’atteggiamento critico nei confronti del popolo italiano, sempre pronto a lamentarsi e a dare le colpe al prossimo e che al tempo stesso fa una carezza alla politica pulita, oggi assolutamente necessaria. L’ennesima riconferma del regista di Tutti pazzi per amore che ci fa sorridere e riflettere al tempo stesso. Una regia dal buon ritmo è sostenuta da un’ottima sceneggiatura e da un Claudio Bisio esuberante attore dalla fisicità spumeggiante. Milani si avvale di molteplici partecipazioni straordinarie, attori di formazione drammatica inseriti in un contesto comico e pienamente credibili, da Remo Girone Omero Antonutti, da Gianni Cavina Piera Degli Esposti. Fiore all’occhiello è la scena in cui due tra i più grandi registi italiani, Lina Wertmuller e Pupi Avati, siedono al tavolo dei potenti. Che sia una metafora per confermare che il cinema italiano c’è? Non solo c’è, ma gode di ottima salute.

benvenuto presidente4

Il 13.03.2013, giorno dell’anteprima romana del film, il Conclave ha eletto Papa Francesco

 

Commenti  

 
0 #1 Stefania P. 2013-03-24 09:18
Benvenuta Virginia e complimenti per il tuo articolo d'esordio. Mi piace il tuo modo di scrivere. Appena potrò vedrò il film: mi hai messo curiosità per un film che avrei accantonato. e.....finalmente in compagnia di una persona non eccessivamente giovane come me....mi sentivo sola!!!!!!!!!! un caro saluto stefania p.
Citazione
 
© 2018 Recencinema.it - Dove il cinema è cultura Designed by Serena Dolgetta
Venerdì, 25.05.2018
T O P