- Prossimamente

Il Diabolik dei Manetti bros. pronto per il 2020

first look diabolikIl primo a portare sul grande schermo il personaggio creato da Angela e Luciana Giussani fu Mario Bava, che nel 1968 con il suo Diabolik rese onore al character fumettistico dandogli finalmente una concreta fisicità in celluloide.

Batte sempre bandiera italiana il secondo adattamento cinematografico di cui sono cominciate le riprese a ottobre, opera dei talentuosi Manetti bros. (all’anagrafe Marco e Antonio Manetti), già autori di successi come L’arrivo di Wang e l’ultimo Ammore e malavita. I due cineasti stanno girando fra Courmayeur, Milano, Trieste e Bologna, ed è già tutto un programma da quanto si evince dai set allestiti.

A impersonare il Re del Terrore il bravissimo Luca Marinelli, affiancato dall’ex Miss Italia Miriam Leone nei seducenti panni della femme diabolique Eva Kant. Marinelli ha già ampiamente dato prova della propria disinvoltura attoriale in ruoli impegnativi in pellicole come La solitudine dei numeri primi (Saverio Costanzo, 2010) e Lo chiamavano Jeeg Robot (Gabriele Mainetti, 2015), mentre la Leone si è imposta maggiormente sul piccolo schermo con le serie televisive 1992, 1993 e 1994, per la regia di Giuseppe Gagliardi.

Completano il cast Alessandro Roja, Claudia Gerini, Serena Rossi e una conferma della Settima Arte tricolore, Valerio Mastandrea, interprete che non ha bisogno di presentazioni e ora chiamato a dare volto e movenze nientemeno che all’acerrimo nemico dello scaltro ladro, l’ispettore Ginko.

Già ad aprile i due fratelli registi, ospiti al Comicon di Napoli, avevano rivelato in anteprima qualche interessante dettaglio. “Il film racconterà l’incontro tra Diabolik ed Eva, e quindi sarà un movie cappa e spada, sì d’azione, ma anche oscuramente romantico” – aveva dichiarato Marco Manetti. A rendere ancora più credibile l’ambientazione alla fine degli anni ’60 la presenza del nero bolide super truccato utilizzato dal criminale per le sue fughe rocambolesche, la mitica Jaguar E-Type.

Scritto dagli stessi Manetti (co-produttori della pellicola con Carlo Macchitella per Mompracem e RAI Cinema) insieme a Michelangelo La Neve, il film è realizzato con il sostegno delle Film Commission di Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia e Valle d’Aosta. L’uscita nelle sale italiane – curata da 01 Distribution – è prevista per il 2020.

Samuele Pasquino

Samuele Pasquino

Laureato in Lettere Moderne e giornalista pubblicista freelance, sono il creatore e direttore responsabile di Recencinema.it, appassionato della Settima Arte e scrittore eclettico.
Leggi tutti gli articoli di Samuele Pasquino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *