In Esclusiva ! ! !

giovani creativi e produzioni recencinema

cinema ergo sum - l'editoriale di samuele pasquino logo ritratti d'autore

Questo sito utilizza immagini come utente non esclusivo e i diritti rimangono delle rispettive case di produzione e distribuzione cinematografiche.

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini espressi nella Privacy e Cookie policy del sito. Grazie

Lo squalo

Scritto da Samuele Pasquino   
Martedì 25 Luglio 2017 15:08

lo squaloTitolo originale: Jaws

Regia: Steven Spielberg

Cast: Roy Scheider, Richard Dreyfuss, Robert Shaw

Musiche: John Williams

Produzione: USA 1975lo squalo1

Genere: Drammatico

Durata: 124 minuti

   Trailer

   Miglior colonna sonora originale John Williams,lo squalo2

                             montaggio Verna Fields, suono Robert L. Hoyt,

                                                                                Roger Heman, Earl Madery e John R. Carter

lo squalo3

Regia:

Interpretazione:

Sceneggiatura:

Musica:

Giudizio:

 

Trama

Nelle acque di Amity, un’isola del New England, si aggira un grosso squalo bianco che terrorizza i turisti. Il capo della polizia Martin Brody (Roy Scheider), l’ittiologo Hooper (Richard Dreyfuss) e il burbero pescatore Quint (Robert Shaw) si avventurano in barca per dargli la caccia.

Recensione

La trasposizione del romanzo Jaws scritto da Peter Benchley corrisponde al primo vero successo per il giovane Steven Spielberg ai botteghini. Oltre a considerare il talento del grande regista americano, gli elementi che contribuiscono a rendere appassionante e adrenalinico questo film sono molteplici: innanzitutto la famosa colonna sonora di John Williams, celeberrimo compositore di Hollywood, e poi le partecipazioni nel cast di attori collaudati e affidabili come Roy Scheider, Richard Dreyfuss e Robert Shaw, aggiungendo anche Lorraine Gary, che sarà la costante in tutta la saga. La sceneggiatura, sebbene non proprio eccelsa, ha i suoi punti di forza nelle riprese coinvolgenti, nelle soggettive dello squalo, nei primissimi piani dei personaggi - forti di una mimica notevole - e in una scena che da sola vale la visione, ovvero il momento in cui Quint offre il racconto della terribile esperienza vissuta dopo l'affondamento della USS Indianapolis durante la Seconda Guerra Mondiale. Lo squalo è stato realizzato con elementi meccanici e un rivestimento estremamente realistico. Ben tre Oscar vinti. Seguiranno altri tre capitoli mediocri, poichè non più diretti da Spielberg.

lo squalo4

Il ruolo di Martin Brody era inizialmente stato offerto a Robert Duvall, ma quest'ultimo voleva invece interpretare Quint

 
© 2017 Recencinema.it - Dove il cinema è cultura Designed by Serena Dolgetta
Lunedì, 18.12.2017
T O P