- Commedia, Recensioni

Brave ragazze

poster brave ragazzeTitolo originale: Brave Ragazze

Regia: Michela Andreozzi

Cast: Ambra Angiolini, Ilenia Pastorelli, Silvia D’Amico, Serena Rossi

Produzione: Italia 2019

Genere: Commedia

Durata: 90 minuti

Conferenza stampa e Trailer

 

brave ragazze cast  brave ragazze rapina  luca argentero brave ragazze

 

Regia: stellastellastella

Interpretazione: stellastellastellastella

Sceneggiatura: stellastellastella

Musica: stellastellastellastella

Giudizio: stellastellastella

 

Trama

Anni ’80, Gaeta. Anna (Ambra Angiolini) è mamma di due piccoli, Chicca (Ilenia Pastorelli) ha appena fatto perdere il lavoro alla sorella timida e balbuziente Caterina (Silvia D’amico), infine Maria (Serena Rossi) è messa alle strette dall’eccessiva possessività della sua famiglia. Queste quattro amiche per la pelle sono stufe della loro condizione di povertà, di stenti per arrivare a fine mese, di sforzi per sopportare mariti violenti e capi viscidi. Unite dall’obiettivo comune di avere una vita migliore, proprio quando tutto va storto, escogitano un piano per rapinare una banca.

Recensione

Il piccolo paese di Gaeta degli anni ’80 è l’ideale per intentare una rapina; non ci sono telecamere, non ci sono mai crimini. Ma come evitare di farsi riconoscere? Con una divertente somiglianza con i Duran Duran, le quattro amiche camminano a rallentatore verso la banca, travestite da uomini. Nessuno crederebbe comunque che quattro donne possano essere capaci di tanto. Ma non è questo il punto.

No, perché Brave ragazze non ha l’aspirazione né l’intenzione prima di essere femminista, né per le donne. Non è una Cavalcata delle Valchirie – anche se le donne saranno poi acclamate come Amazzoni, e non è un’ode alla prodezza che anche la donna ha. Non è un Ocean’s Eight, non è un Occhi di gatto. E’ qualcosa di differente, è la storia di un’amicizia.

Il film nasce da un vero fatto di cronaca, avvenuto all’estero ma arrivato in Italia in un piccolo trafiletto di giornale. Pertanto, la regista Michela Andreozzi ha affermato di aver dovuto ricamare molto su di essa, sulle Robin Hood ora trasposte nella sua Gaeta.

Non abbiamo davanti un film d’azione, non troppo. In realtà, la rapina è una questione e una sequenza abbastanza marginale. La sceneggiatura si sofferma molto sul pre e post rapina, prendendo tempo per caratterizzare a tutto tondo i suoi personaggi, con cui ovviamente si entra in empatia. E questo è un ottimo punto a favore: lo spettatore cuce la propria simpatia sui panni dei Duran Duran al femminile e li segue con gusto, con trepidazione.

In conclusione, Brave ragazze è una pellicola valida che intrattiene e diverte, sorprende e spaventa – soprattutto quando il detective Morandi (Gianni di nome ndr.) di Luca Argentero si mette sulle loro tracce intraprendendo anche una relazione amorosa con Anna.

Il cast è incredibilmente dedito a intersecarsi, regalando un’interpretazione funzionante e apprezzata. Infine, la regia dell’Andreozzi – che torna alla carica dopo Nove lune e mezzo, e si ritaglia anche uno spassoso cameo – è calibrata sul genere, sullo stampo degli anni ’80 ma anche su ottime sperimentazioni che stagliano nel film.

Consigliato per una bella risata, una storia simpatica, un tuffo nostalgico negli anni ’80, per Luca Argentero e le sue valide criminali ma anche solo per poter sorridere di fronte a un buon lavoro nel panorama italiano, senza stupirci che sia di una donna!

Curiosità

riunione brave ragazze

 

Il film è stato realizzato con il sostegno della Regione Lazio per Fondo Regionale per il Cinema e l’Audiovisivo.

Sofia Peroni

Sofia Peroni

Classe 1996, marchigiana d’origine, studia comunicazione a Roma e ha trovato il modo di coniugare la passione per il cinema e quella per la scrittura... Come? Scrivendo sul e per il cinema dal 2015. Ha all'attivo diverse esperienze sul set, con registi del calibro di Matteo Garrone, e sogna un giorno di veder realizzato il suo film.
Leggi tutti gli articoli di Sofia Peroni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *