- Animazione, Recensioni

Il Grinch

il grinch locandinaTitolo originale: The Grinch

Regia: Peter Candeland, Yarrow Cheney, Scott Mosier

Musiche: Danny Elfman

Produzione: USA 2018

Genere: Animazione

Durata: 90 minuti

universal logo   Trailer

 

 

casa del grinch  il grinch e babbo natale  bambina con il grinch

 

Regia: stellastellastella

Interpretazione: stellastellastellastella

Sceneggiatura: stellastellastella

Musica: stellastellastellastella

Giudizio: stellastellastella

 

Trama

L’unico modo per fermare il Natale è rubarlo? Così la creatura verde più cinica dell’universo del dr. Seuss pensa di potersi salvare dall’imminente festività, che lui tanto odia. Nel mondo dei Chi, dove la piccola Cindy-Lou attende con ansia l’arrivo di Babbo Natale, il Grinch vive su una montagna fredda e solitaria con il suo fedele cane Max, e spera che il mese di dicembre e dunque Natale passi in fretta: questa è la festività che più disprezza, fin da quando era bambino.

Recensione

Dopo Ortone e il mondo dei Chi e Lorax, l’universo del dr. Seuss è stato ulteriormente ampliato per mano della Illumination Entertainment con il suo vero classico. 61 anni dopo l’uscita dell’amato How the Grinch Stole Christmas (in italiano Il Grinch), un libro illustrato dell’amato mondo dei Chi, arriva il remake del Grinch. Dopo la versione cinematografica di Ron Howard con il mitico Jim Carrey, le aspettative erano modeste.

Dalla trama molto fedele al libro citato, ma anche allo stesso film del 2000, questo Grinch cui dà voce Benedict Cumberbatch (per noi il talentuoso Alessandro Gassman) è il solito cinico, verde, allergico al Natale. Ma la sceneggiatura, condita da divertenti spezzoni, da altri più drammatici che fanno riflettere, soddisfa grandi e piccini.

Il tenero e fedele Max, il cagnolino dai grandi occhi dolci, è l’ottimo compagno per attuare la fantastica-terribile missione di rubare il Natale: il Grinch ha preparato ogni forma di aggeggio e congegno per introdursi nelle case dei Chi e rubare ogni regalo o decorazione. Ma è davvero questa l’essenza del Natale e, più in generale, delle festività? E’ qualcosa che si può rubare? Non sarà che anche solo la speranza e il desiderio per Babbo Natale di una piccola bambina possa ribaltare tutto e riscaldare qualsiasi cuore?

Il mix vincente è dato dalla palette super colorata e dalla trama semplice (non banale) che richiama al classico Grinch che siamo abituati ad amare, con una musica davvero suggestiva. Le nuove aggiunte, i nuovi personaggi e qualche originale trovata per riportare la pace nel mondo dei Chi e nel cuore (di due taglie più piccole) del Grinch, sono solo un ingrediente in più che allieta la visione e invoglia a portare tutta la famiglia al cinema.

Curiosità

gru

In “Cattivissimo Me 3” la figlia maggiore di Gru indossa una maglia con una stampa del Grinch.

Sofia Peroni

Sofia Peroni

Classe 1996, marchigiana d’origine, studia comunicazione a Roma e ha trovato il modo di coniugare la passione per il cinema e quella per la scrittura... Come? Scrivendo sul e per il cinema dal 2015. Ha all'attivo diverse esperienze sul set, con registi del calibro di Matteo Garrone, e sogna un giorno di veder realizzato il suo film.
Leggi tutti gli articoli di Sofia Peroni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *