- Azione, Recensioni

John Wick

john wick posterTitolo originale: John Wick

Regia: Chad Stahelski, David Leitch

Sceneggiatura: Derek Kolstad

Cast: Keanu Reeves, Michael Nyqvist, Willem Dafoe, Ian McShane

Musiche: Tyler Bates

Produzione: USA 2014

Genere: Azione

Durata: 100 minuti

summit entertainment logo thunder road pictures logo   Trailer

 

john wick e daisy  john wick michael nyquist  keanu reeves in john wick

 

Regia: stellastellastellastella

Interpretazione: stellastellastella

Sceneggiatura: stellastellastellastella

Musica: stellastellastella

Giudizio: stellastellastellastella

 

Trama

Vedovo da poco dell’amatissima moglie, John Wick (Keanu Reeves) riceve da lei un regalo postumo, una cucciola di beagle da amare per non sentirsi solo. Una notte, però, Josef Tarasov (Alfie Allen) e la sua banda entrano in casa, pestano a sangue l’uomo, uccidono la cagnolina e si impossessano della sua auto.

Il figlio del potente boss russo Viggo Tarasov (Michael Nyquist) non sa di aver risvegliato una bestia feroce e implacabile: John era infatti un sicario infallibile al soldo proprio di Viggo, e questa volta la sua furia non risparmierà nessuno.

Recensione

Dopo anni di action a buon mercato, il genere subisce uno scossone di energia e vitalità con una pellicola narrativamente semplice ma dirompente a livello di messa in scena. John Wick potrebbe sembrare un personaggio frutto del mondo fumettistico, ma di fatto non lo è, risultando proprio per questo un character eclatante che funziona alla perfezione.

Contrariamente a The punisher – con il quale condivide pienamente il tema della vendetta e della lucida disperazione interiore – il film ingloba una fitta rete di intrecci appartenenti a una dimensione contraddistinta da malavita “onorevole”, forte cioè di un preciso codice costituito da regole, rapporti, blasoni e consapevolezza delle conseguenze.

Il background sfiora il quadro di una stampa in cellulosa, modernizzato, attuale, tangibile, simile ma allo stesso tempo lontanissimo dallo sfondo di un cult come Sin City.

Chad Stahelski e David Leitch – stuntmen di professione e fra i più bravi al mondo – dirigono a loro immagine e somiglianza una caccia mozzafiato dal ritmo spaventosamente alto, evitando la noia dei tempi morti e l’inverosimiglianza tipica dell’azione hollywoodiana. Keanu Reeves si mette nuovamente in gioco dopo la trilogia di Matrix.

Allenamento duro, sacrificio fisico e superamento di alcuni tabù nella recitazione sono gli ingredienti per incarnare un personaggio esplosivo, sempre in movimento, sofferente ma dedito alla carneficina per placare l’animo ferito. Le coreografie mirabolanti esaltano un protagonista capace di attraversare, pistola in pugno, ogni sorta di ambiente corrotto facendosi largo nella sporcizia della perdizione e del denaro assassino.

È, in sostanza, la trama del vendicatore solitario a prendere il sopravvento, ma costui buca lo schermo, funziona e in una pletora di violente dinamiche chiude il cerchio di una storia davvero adrenalinica, diretta con indubbio stile.

CINEFOCUS

Mustang Boss 429 del ’69: l’auto di John Wick

Curiosità

chad stahelski

 

Chad Stahelski è stato la controfigura di Keanu Reeves nell’intera trilogia di Matrix.

Samuele Pasquino

Samuele Pasquino

Laureato in Lettere Moderne e giornalista pubblicista freelance, sono il creatore e direttore responsabile di Recencinema.it, appassionato della Settima Arte e scrittore eclettico.
Leggi tutti gli articoli di Samuele Pasquino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *