- Musicale, Recensioni

Western Stars

western stars posterTitolo originale: Western Stars

Regia: Bruce Springsteen, Thom Zimny

Cast: Bruce Springsteen, Patti Scialfa

Musiche: Bruce Springsteen

Produzione: USA 2019

Genere: Documentario

Durata: 83 minuti

warner bros logo   Trailer

bruce springsteen western stars  bruce springsteen  the boss

 

Regia: stellastellastellastella

Interpretazione: stellastellastellastella

Sceneggiatura: stellastellastellastella

Musica: stellastellastellastellastella

Giudizio: stellastellastellastella

 

Trama

Immagini, parole, musica: l’essenza per eccellenza di un film risiede tutta qui. In Western Stars la profondità delle immagini è una Natura ripresa dall’alto, immensa, in movimento. La profondità delle parole si origina dalla voce di un uomo, profonda come ciò che dice, sonoramente americana. Deep.

Infine la musica: più che mai gli archi (violini, viole e violoncelli) esaltano 13 canzoni che sono ‘meditazioni’, e lo fanno con un vigore lirico e possente. Il carattere armonico testimonia la ‘sinfonia‘, vale a dire l’accordo fra archi, trombe e corni, sintetizzatori e chitarre acustiche, batteria e tastiere.

Recensione

Bruce Springsteen è regista, produttore, protagonista e quasi tutto il resto di questo film concerto/documentario girato in un fienile, creato per l’occasione in New Jersey. É un luogo che trasuda spiritualità e che ‘ha un’anima’… il legno ha un suo odore che quasi sembra di sentire.

Parte Hitch Hikin’, eterno tema del viaggio, il Boss in primo piano alla guida, rughe, sguardo volto lontano sulla mitica road americana a chiedersi se spostarsi vuol dire davvero andare avanti. Il cuore del film è la canzone Western Stars, il racconto di una star in declino che ora per vivere gira le pubblicità sul Viagra: cerca di procedere con dignità, felice di alzarsi al mattino con ai piedi i suoi stivali, perché tutti i suoi amici intorno non ci sono più.

E ancora il tema del cambiamento, del cercare di migliorare se stessi nel corso della vita, perché tutti abbiamo dei lati distruttivi caratteriali che feriscono chi amiamo. É un chiaro riferimento autobiografico quanto mai esistenziale e universale.

Le immagini prettamente concertistiche si alternano a carrellate ampie che inquadrano cavalli che corrono o incorniciano in replay il Boss che cammina tenendo per la corda un cavallo: é la metafora della libertà conquistata attraverso un cammino fatto di dolore, di lenta conoscenza di se stessi, di ferite emotive e spirituali. La metafora dello stuntman in Drive fast (The stuntman) é poetica: spesso ci si unisce a persone le cui fratture tendono a combaciare con le nostre, si vive a braccetto con il rischio coltivato sin dalla gioventù.

Western Stars non é il racconto del self made man americano che ha vissuto un’adolescenza orribile a causa di un padre ubriacone, ma piuttosto la narrazione di un uomo di 70 anni sui propri valori interiori, buoni o cattivi, sul perdersi, sulla speranza e sulla lealtà, non carica di buonismo bensì di una forte consapevolezza che gli errori si pagano in tarda età se ci si é allontanati troppo da se stessi e se ci si innamora nel dolore perdendosi in esso.

Le canzoni si susseguono con maggiore intensità sia per contenuti che per esecuzioni: il volto del Boss ripreso mentre suona al fianco di Patti Scialfa (dopo 35 anni il matrimonio continua a non dare garanzie, solo amore e rispetto lo sostengono), due chitarre vicine, un unisono, luci ben calibrate. In There goes my Miracle il rocker dice ‘l’amore dà e l’amore prende… il libro dell’amore ha le sue regole‘: le paure, l’insicurezza e le vecchie abitudini possono distruggere il miracolo fin ad allora costruito.

L’incertezza nella vita regna sovrana, ma è dal buio che sorgerà il nuovo mattino… Western Stars é un film da vedere, da toccare, da ascoltare immersi e avvinghiati a un uomo prima che a un grande della musica.

Curiosità

copertina album western stars

Il film corrisponde quasi a un visual album coincidente con l’ultima opera musicale di Springsteen, appunto Western Stars.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *