- Al cinema e sul divano

Samaritan

samaritan posterDove vederlo: Prime Video

Titolo originale: Samaritan

Regia: Julius Avery

Sceneggiatura: Bragi F. Schut

Cast: Sylvester Stallone, Javon Wanna Walton, Pilou Asbaek, Dasha Polanco

Musiche: Kevin Kiner, Jed Kurzel

Produzione: USA 2022

Genere: Fantastico

Durata: 102 minuti

balboa productions logo metro goldwyn meyer logo   Trailer

 

samaritan costume  sam e joe samaritan  cyrus in samaritan

 

Regia: stellastellastella

Interpretazione: stellastellastella

Sceneggiatura: stella

Musica: stellastella

Giudizio: stellastella

 

Trama

Il giovane Sam (Javon Wanna Walton) è convinto che il suo solitario vicino di casa sia in realtà il supereroe Samaritan, scomparso da 25 anni dopo aver affrontato e sconfitto il crudele fratello gemello. Tra il ragazzo e l’enigmatico Joe Smith si instaura così una singolare amicizia mentre il criminale Cyrus (Pilou Asbaek) progetta di diffondere l’anarchia in città raccogliendo l’eredità di Nemesis.

Recensione

Regista con una predilezione per l’action horror (Van Helsing, Overlord) e ibride divagazioni violente (Son of a gun), l’australiano Julius Avery firma la sua quarta pellicola attingendo al moderno (e purtroppo anche inflazionato) universo dei supereroi.

Guardando a ovest verso Hancock e a est in direzione del finlandese Rendel, Sylvester Stallone interpreta e produce con la sua Balboa Productions la parabola di un giustiziere invecchiato, deluso e ammorbidito dal tempo che procede a ritmi insostenibili. Doveva essere un film dotato di impronta autoriale, travolto e sepolto invece da un’inesauribile sequela di scopiazzature evinte dal passato cinematografico in un arco che va dai primi anni ’80 a oggi.

Tessere dipinte con enormi déjà vu danno come risultato un mosaico da cui emerge in rilievo la faccia consumata di Stallone, e sullo sfondo l’altrettando consumato ritratto del decadente sobborgo americano dove la gioventù sembra destinata a cadere per sopravvivere.

Samaritan è una storia rimasta in potenza, svilita e svenduta nell’atto, favola metropolitana dal realismo asciutto ma corroso dall’orientamento commerciale direct-to-(Prime)video. La sceneggiatura di Bragi F. Schut – realizzatore dell’omonimo fumetto – ci concede almeno una scossa finale, unico brivido di un plot piatto che minimizza anche i temi cui si doveva prestare più attenzione in fase di sviluppo.

Avery aveva dimostrato con Overlord di saperci fare: poche le sue colpe, molte quelle da attribuire alla scrittura. Joe Smith poteva essere un ottimo David Dunn… se solo Sly avesse preso qualche lezione “characters” da Shyamalan.

Curiosità

sylvester stallone in samaritan

L’avvio del progetto risale al 2019 ma la pandemia di Covid-19 ha rallentato sia le riprese che i tempi di distribuzione.

Samuele Pasquino

Samuele Pasquino

Laureato in Lettere Moderne e giornalista pubblicista freelance, sono il creatore e direttore responsabile di Recencinema.it, appassionato della Settima Arte e scrittore eclettico.
Leggi tutti gli articoli di Samuele Pasquino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *