john wick
- Cinefocus, Scopriamo il gadget

John Wick trilogy: tre film, un grande spettacolo d’azione

john wickRiuscire ad appassionarsi a un film a tal punto da vederlo e rivederlo ogni qual volta la televisione lo inserisce in palinsesto non è cosa da tutti i giorni, ma se questa passione viscerale arriva a comprendere un’intera saga, allora si tratta di successo assoluto.

Nel caso di John Wick, in effetti, il consenso è unanime: piace a tutti, uomini e donne, ragazzi e spettatori più maturi, e questo non soltanto per lo straordinario carisma emanato da Keanu Reeves, ma per il tasso di adrenalina action che scorre tra i frenetici fotogrammi in movimento!

Dunque perché non pensare di possedere la trilogia con protagonista il formidabile e quasi soprannaturale killer della Grande Tavola, assassino infallibile impossibilitato a trovare pace, guerriero afflitto, temuto da tutti e soprannominato Baba Yaga, non l’Uomo Nero dell’irragionevole traduzione italiana ma la leggendaria creatura della mitologia russa somigliante a una letale strega che agisce nell’ombra e colpisce non vista.

Perché puntare su John Wick – La Trilogia

Tre film incredibili che sono ormai cult del genere, truci capitoli di una storia di redenzione negata in cui è sempre lui, John Wick, a uscire vincitore nonostante abbia contro le organizzazioni criminali di tutto il pianeta, cacciatori di taglie, doppiogiochisti e sicari che spuntano come funghi. John ha buon gusto, è esperto in armi di ogni tipo, implacabile nella lotta corpo a corpo, occhi di squalo ma, a differenza del vorace pescecane, è capace di esercitare talvolta una compassione umana, di graziare e discernere cosa è bene e cosa è male.

Prima brutale omicida al soldo delle mafie, poi soldato in congedo, richiamato nel giro dalla voce della vendetta e, ancora, fuggiasco con un preciso piano d’azione che non prevede difesa ma solo attacco. Uccide brandendo fucili e pistole automatiche, coltelli, matite (sì, l’arte dell’omicidio passa anche da quelle), a mani nude e da qualunque posizione.

John Wick erra, si sposta a piedi e, quando ha fretta, schiaccia l’acceleratore della sua Ford Mustang Boss del ’69, auto d’altri tempi ma potente come una leonessa con la velocità di un ghepardo, rombante, sportiva e fedele. Ricordate il Cobra di Sylvester Stallone e la sua inseparabile Ford Custom Mercury 1949 Monterey?

Ancora tergiversate chiedendovi perché dovreste ambire al cofanetto trilogia quando nelle piattaforme streaming avete già ciò che vi serve? È vero, in parte il discorso fila ma su Netflix, Prime Video e compagnia i film vanno e vengono, il catalogo cambia e si rinnova mentre in una videoteca personale DVD, Blu-ray e 4K restano. Incrementare la vostra collezione è la missione; poter annoverare John Wick tra i vostri titoli è vanto!

ADV AMAZON   La trilogia di John Wick in blu-ray edizione italiana

Samuele Pasquino

Classe 1981, mi sono laureato in Lettere presso l'Università degli Studi di Torino. Giornalista dal 2012, ho studiato storia del cinema specializzandomi nell'analisi di pellicole di tutti i generi dalla nascita della Settima Arte a oggi. Tenendo ben presente il concetto di lettura non come intrattenimento bensì come formazione, mi occupo da anni anche di turismo e realizzo reportage di viaggio. Estremamente sensibile alla tematica enogastronomica, tratto la materia con un'attenzione specifica verso la filiera di qualità fra tradizione e innovazione. Per me il giornalismo non è solo una professione, è una missione!
Leggi tutti gli articoli di Samuele Pasquino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *