- Armi eccezionali, Cinefocus

La Lancia della Triade

La Lancia della Triade corrisponde all’emblema del potere derivante dall’unione mistica dei tre grandi Dei dell’Olimpo: Zeus, Ade e Poseidone.

Premessa sugli Dei dell’Olimpo: genesi e gerarchia

olimpo divinoLa terra dei miti, la Grecia, si fonda su un apparato divino che vede i suoi albori con Cronos, dio del tempo, e la moglie Rea, titanide.

Dal congiungimento di queste due divinità nascono i tre fratelli, destinati a detronizzare il crudele padre dopo un’epocale battaglia contro i titani e a regnare a loro volta sul mondo.

Il teismo ellenico pone Zeus come dio sovrano, con Poseidone signore dei mari e Ade costretto alla sovranità negli Inferi e al controllo del Tartaro.

Un potere, un’arma

La premessa aiuta a capire l’ingiustizia della divisione territoriale e i motivi che hanno spinto Ade a ribellarsi a Zeus prima in Scontro tra titani (Louis Leterrier, 2010) e poi in La furia dei titani (Jonathan Liebesman, 2012).

Occorre concentrarsi su quest’ultimo film, tornando alla gerarchia divina. A ogni dio appartiene un potere particolare e un’arma che ne costituisce la manifestazione fisica: Ade impugna un forcone in grado di provocare bufere oscure e fiammate repentine, oltre a poter essere usato come giavellotto a due punte; Poseidone brandisce il tridente, con il quale può originare maremoti, vortici d’acqua e solcare l’oceano; Zeus, infine, possiede la saetta, eccezionale per la sua capacità di convogliare l’energia del cielo e scagliarla sotto forma di fulmini compatti o diramati, enormi o sottili.

Perseo e il Miracolo della Triade

lancia della triadeLa domanda sorge dunque legittima: come può Perseo, un semidio comunque mortale, sconfiggere il titano Cronos, liberato e furente per i secoli di prigionia forzata? Quale arma potrebbe contrastare l’enorme potere di un colosso fiammeggiante, un gigante di lava invulnerabile?

È vero il detto che l’unione fa la forza. Ade, Poseidone e Zeus possono ritrovare la loro coesione concedendo a Perseo il Miracolo della Triade, prodigio possibile incastonando il forcone, il tridente e la saetta, tale da formare una lancia luminescente in cui è concentrata la forza di millenni di storia divina, ansiosa di scatenarsi contro la tirannia del crudele patriarca.

La vittoria su Cronos

perseo contro cronosL’eroe vincitore sul Kraken ha la meglio anche su di lui: in groppa al magnifico cavallo alato Pegaso, arriva tanto vicino a Cronos da poter scagliare la lancia dentro la bocca del titano che, attraversato dai tre poteri assoluti, esplode franando come una montagna distrutta, dissolvendosi in una nuvola di fuoco e fumo nero.

La Terra è dunque libera, consegnata agli uomini senza più il controllo degli Dei, sacrificati in favore dell’autonomia umana. Il loro tempo è giunto al termine, quello degli eroi è appena cominciato.

Samuele Pasquino

Samuele Pasquino

Laureato in Lettere Moderne e giornalista pubblicista freelance, sono il creatore e direttore responsabile di Recencinema.it, appassionato della Settima Arte e scrittore eclettico.
Leggi tutti gli articoli di Samuele Pasquino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *