- Armi eccezionali, Cinefocus

Mjolnir, il martello di Thor

La mitologia norrena descrive il Mjolnir come un’arma straordinaria dai poteri inimmaginabili. Questo incredibile martello venne forgiato dal nano Eitri e dai suoi fratelli su ordine di Odino, con un materiale derivato dal nucleo di una stella. Eitri utilizzò come minerale per la forgiatura l’Uru, la sostanza più dura del regno di Asgard, che resè l’arma indistruttibile.

Odino, benedicendo con il suo potere il Mjolnir, stabilì che colui che avesse sollevato il martello sarebbe divenuto erede al trono. Suo figlio Thor riuscì nell’impresa e da allora sull’arma sono incise le parole: “Chiunque impugni questo martello, se degno, possiederà il potere di Thor” .

I poteri del Mjolnir: cosa può fare il mitico martello di Thor

martello di thorMjolnir permette al dio del tuono di volare, di controllare il clima, emettere tuoni e fulmini, persino viaggiare nel tempo. Nel film Thor (2011) di Kenneth Branagh, lo straordinario martello può respingere gli attacchi di qualsiasi arma gli si opponga. Thor lo fa roteare velocemente creando saette potentissime; scagliandolo, è in grado di penetrare qualsiasi cosa.

Battendo a terra, invece, genera un campo di forza esplosivo. Come ogni arma, deve essere usato in maniera saggia e coscienziosa, al servizio del bene.

Abuso, perdita e riconquista dell’arma divina

Thor ne abusa scatenando una nuova guerra contro i Giganti del Ghiaccio e per tale motivo viene bandito dal padre Odino sulla Terra, separato inoltre dal martello e dunque privato dei suoi poteri di divinità.

L’eroe deve intraprendere un percorso che lo porterà a gestire la propria forza con ponderatezza e a rispettare i valori di Asgard, valutazioni che gli permetteranno di ritrovare Mjolnir ma di poterlo brandire soltanto nella piena consapevolezza di sè, tornando a essere il potente dio del tuono.

Samuele Pasquino

Samuele Pasquino

Laureato in Lettere Moderne e giornalista pubblicista freelance, sono il creatore e direttore responsabile di Recencinema.it, appassionato della Settima Arte e scrittore eclettico.
Leggi tutti gli articoli di Samuele Pasquino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *