fiori eduli portata
- Food Experience, Itinerari del gusto

Ad Alassio la 5a edizione del Festival Nazionale della Cucina con i Fiori

piatto fiori eduliLa primavera in Italia arriva ovunque, ma dove c’è il mare la sua bellezza amplifica note di armonia e spartiti di gusto! Il sole risplende sulla Riviera di Ponente in Liguria, in particolare ad Alassio, cittadina turistico-mondana in provincia di Savona che dal 12 al 15 aprile ospita il Festival Nazionale della Cucina con i Fiori.

La quinta edizione – così come le precedenti ma con molte novità rispetto agli scorsi anni – dedica un ricco programma di quattro giorni (+ il preliminare Aspettando il Festival) ai fiori eduli, ovverosia tutte le infiorescenze commestibili e inscrivibili nelle tantissime ricette di cucina.

Un contenitore di degustazioni e laboratori

Ideata e curata dall’Associazione Ristoranti della Tavolozza con il patrocinio del Comune di Alassio e il sostegno di Gesco e Marina di Alassio, la kermesse rappresenta una favolosa experience mirata alla conoscenza dei fiori spontanei, al loro utilizzo in ambito culinario e allo fiori eduli portatastudio del territorio nel quale la natura lavora per stupire. L’appuntamento inaugura la stagione del bel tempo e dei bagni, aprendo al turismo e agli appassionati di sapori, trekking e foraging.

Nelle 96 ore sotto il segno dell’ariete ci si potrà dedicare a un ciclo di degustazioni, laboratori, show cooking, corsi di cucina e passeggiate alla scoperta dei punti di interesse culturale di cui Alassio può fregiarsi in virtù del suo essere non soltanto “località balneare” ma anche piccolo scrigno di storia e arte.

Mood principale del festival, la cultura gastronomica esperienziale inclusiva dell’intero paniere agro-alimentare alassino, tra cui si contano le tipicità territoriali, oli e vini, dolci e gli immancabili “baci di Alassio”. Tutti elementi saldi nella tradizione, ma che incontrano l’innovazione floreale.

Locations ed eventi

laboratori cucina alassioLa manifestazione si svolgerà in diverse locations, a cominciare dall’Istituto Alberghiero “Giancardi Galilei Aicardi”, entro le cui mura ci sarà alle ore 11.00 la finale del contest gastronomico con le accademie di Alassio, Biella e Clusane Iseo (premiazione ore 15.00).

Coinvolti perciò altri luoghi iconici quali il Porto Luca Ferrari (Yacht&Flowers), gli splendidi Giardini di Villa della Pergola (visite guidate), la biblioteca civica (convegno “La tradizione dei fiori commestibili nel mondo e utilizzi innovativi”) e Piazza Durante, scelta per gli stand adibiti alla degustazione di fiori e prodotti trasformati.

preparazione fiori eduliLa Fidapa di Alassio sostiene il progetto Street Flowers LAB, laboratorio di cittadinanza emozionale curato da Renata Cantamessa (Fata Zucchina) e co-presentato dall’esperta di galateo Barbara Ronchi della Rocca.

Il gourmet time del weekend sarà appannaggio dell’hotel Savoia con un menù a cena firmato dagli chef Loris Greggio, Angelo Frassica e Nicolò Monticelli. Allo chef ortocentrico Claudio Di Dio spetterà il bruch domenicale accompagnato dalla brandteller Monica Panzeri di Narratori del Gusto.

Cucina con i Fiori” sarà la masterclass di chiusura: attesi gli chef stellati Giorgio Servetto ed Enrico Derflingher. Il portale Visit Alassio sarà disponibile per le iscrizioni e le prenotazioni inerenti a visite ed escursioni. Presso il Santuario della Madonna delle Grazie in altura viene organizzato un trekking fotografico naturalistico condotto dal GAE Gabriele Cristiani.

Su Visit Alassio il programma completo.

Immagini: © Visit Alassio

Samuele Pasquino

Classe 1981, mi sono laureato in Lettere presso l'Università degli Studi di Torino. Giornalista dal 2012, ho studiato storia del cinema specializzandomi nell'analisi di pellicole di tutti i generi dalla nascita della Settima Arte a oggi. Tenendo ben presente il concetto di lettura non come intrattenimento bensì come formazione, mi occupo da anni anche di turismo e realizzo reportage di viaggio. Estremamente sensibile alla tematica enogastronomica, tratto la materia con un'attenzione specifica verso la filiera di qualità fra tradizione e innovazione. Per me il giornalismo non è solo una professione, è una missione!
Leggi tutti gli articoli di Samuele Pasquino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *