oettinger pils in lattina
- Birra, una questione di stile, Food Experience

Oettinger Pils, la birra popolare tedesca che rispetta l’Editto della Purezza

oettinger pils in lattinaUna birra tedesca celebre in terra natia, a basso costo e, soprattutto, una delle poche ormai a rispettare fedelmente i dettami dell’antico Editto della Purezza – il famoso Reinheitsgebot – promulgato a Monaco di Baviera da Guglielmo IV il 23 aprile 1516. La Oettinger contempla, infatti, soltanto quattro fondamentali ingredienti, ovvero il malto d’orzo, il luppolo, l’acqua e il lievito (nella norma quest’ultimo non compariva ma soltanto perché ancora non esisteva).

A produrla oggi è l’omonimo Gruppo che fa capo a 5 birrifici situati rispettivamente a Oettingen, Gotha, Schwerin, Monchengladbach e Braunschweigh. In Italia la Rigoni srl s’incarica della distribuzione su tutto il territorio nazionale.

A volerla sono in prevalenza locali a larga utenza e pizzerie con consegna a domicilio che possono abbinare alle richieste una birra in lattina (33 cl) da proporre in omaggio per ciascuna pizza, dato il basso prezzo di costo. Irreperibile nei pub e nelle birrerie, rivendica il proprio carattere popolare raggiungendo invece botteghe, supermercati e negozi di alimentari.

Una pilsner ideale per il barbecue

La Oettinger Pils si presenta in qualità di birra a bassa fermentazione, aderente allo stile pilsner e dunque dalla bevuta agile sebbene lievemente pungente, quasi piccante. Fa tanto bevanda da compagnia, adatta alle chiacchiere davanti al barbecue e accordabile ai panificati. Vista la ridotta gradazione, solo 4.7% vol. (buon compromesso fra la Leicht 2.8% e la Super Forte 8.9%), lascia percepire chiaramente il sapore del malto e le note amare risultano piene e dissetanti, concentrate inizialmente nella schiuma densa all’apice di una liquidità giallo dorata.

Samuele Pasquino

Classe 1981, mi sono laureato in Lettere presso l'Università degli Studi di Torino. Giornalista dal 2012, ho studiato storia del cinema specializzandomi nell'analisi di pellicole di tutti i generi dalla nascita della Settima Arte a oggi. Tenendo ben presente il concetto di lettura non come intrattenimento bensì come formazione, mi occupo da anni anche di turismo e realizzo reportage di viaggio. Estremamente sensibile alla tematica enogastronomica, tratto la materia con un'attenzione specifica verso la filiera di qualità fra tradizione e innovazione. Per me il giornalismo non è solo una professione, è una missione!
Leggi tutti gli articoli di Samuele Pasquino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *