- News

Piero Piccioni 100 Experience: la mostra a Roma per un mese

piero piccioni6 dicembre 2021, Roma. 100 anni fa nasceva Piero Piccioni, uno dei più rilevanti compositori italiani del ‘900, artista di fama mondiale mai dimenticato e ancora oggi punto di riferimento musicale e stilistico per le nuove generazioni di musicisti, dagli Stati Uniti al Giappone: i brani del Maestro, infatti, a quasi venti anni dalla sua morte, registrano oggi in tutto il globo milioni di ascolti, condivisioni e diverse reinterpretazioni di successo.

Oggi l’esposizione Piero Piccioni 100 Experience ne rappresenta un doveroso tributo.

Gli organizzatori della mostra

La mostra – allestita presso i locali del Forum Theatre di Roma (ex cine-teatro Euclide) – è il risultato di un lavoro di due mesi e organizzatori piero piccioni 100 experiencemezzo organizzato e coordinato da una squadra prestigiosa: Jason Piccioni, figlio del musicista, l’umorista e performer Nicola Vicidomini e il CEO e General Manager dei Forum Studios (fondati dallo stesso Piccioni insieme a Ennio Morricone, Armando Trovajoli e Luis Bacalov) Marco Patrignani.

Hanno collaborato il collezionista Alessandro Orsucci, il giornalista e produttore discografico Adriano Mazzoletti e, ancora, David Barsotti, il musicista e sound designer Federico Savina, la cantante Valentina Piccioni (figlia dell’artista), le attrici Gloria Paul e Giovanna Ralli. Presenti alla conferenza stampa di inaugurazione anche Fabio Frizzi, Marco Risi e Fulvio Abbate.

L’esposizione

piero piccioni 100 experience dischiOltre 150 i pezzi esposti fra manifesti cinematografici d’epoca dipinti dai più importanti pittori di cinema al mondo, bozzetti originali, locandine e fotobuste, circa 200 dischi originali in 33 e 45 giri, più di 500 registrazioni master ma anche fotografie, dediche delle più disparate personalità del mondo della cultura, del cinema e dell’alta società, importanti premi, proiezioni e ascolti, oltre a un fitto calendario di eventi lungo l’arco di un mese.

La mostra sottolinea l’eredità di Piccioni, incredibile eco che scatena proposte anche contemporanee che lo celebrano e ne traggono ancora ispirazione. La raccolta florida deve molto al duca Alessandro piero piccioni 100 experience sala pianoforteOrsucci che ha collezionato moltissime colonne sonore italiane e pubblicità degli anni ’50, ’60, ’70. A lui si deve l’ordine espositivo dei moltissimi poster dei film a cui Piccioni lavorò, una filmografia completa, con i noti volti di Alberto Sordi e di tante star della celluloide.

Quello che colpisce, appassionati e non, è sicuramente l’indagine sull’aspetto umano di Piccioni evincibile dalla mostra, esaustiva nell’osannare l’autore. E allora troviamo corridoi di manifesti incorniciati, proiezioni di video-tributi che accompagnano lungo la sala principale in cui sono raccolte lettere, scritti, documenti e oggetti vintage del maestro. La sua musica sonorizza il percorso, arricchito di fotografie e omaggi variegati, fino alla teca con il David di Donatello in oro e oltre, al piccolo teatro in cui viene proiettato un docu-tribute emozionante.

Piero Piccioni, un musicista unico

piero piccioni 100 experience postersPiero Piccioni ha fatto la storia del cinema. Chi non ha sentito il suo nome ne ha però apprezzato sicuramente le variegate partiture musicali, dalla Bossanova, alla tecno per Francesco Rosi, passando per variazioni hip-hop e pezzi classici. Le sue colonne sonore sono molto ascoltate anche all’estero, ma hanno segnato in pieno il cinema nostrano degli anni ’50 e ’60.

Nicola Vicidomini lo celebra al meglio con una descrizione breve ma osannante:

Crocevia di tutte le avanguardie, appassionato di Kant e Nietzsche, definito positivista. È il compositore più riconoscibile, con poche note chiave. Ha posto le basi per un’italianizzazione del jazz, anche come bravissimo pianista. Inventa la Bossanova italiana che tutto il mondo invidia. Estimatore di Wagner e odiatore di Verdi, era un dionisiaco”.

Informazioni e prenotazioni per la visita

Orari di apertura: 11-19

Giorni di apertura: 6,11,12,18 e 19 dicembre 2021 e dal 26 al 29 dicembre 2021 + 2 e 6 gennaio 2022.

Negli altri giorni la mostra può essere visitata solo su prenotazione.

Biglietti prenotabili su:

Contatti

 

Immagini: © Forum Studios

Sofia Peroni

Sofia Peroni

Classe 1996, marchigiana d’origine, studia comunicazione a Roma e ha trovato il modo di coniugare la passione per il cinema e quella per la scrittura... Come? Scrivendo sul e per il cinema dal 2015. Ha all'attivo diverse esperienze sul set, con registi del calibro di Matteo Garrone, e sogna un giorno di veder realizzato il suo film.
Leggi tutti gli articoli di Sofia Peroni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *