- News

Tuscia Film Fest: la 21a edizione tra Viterbo e Bomarzo

Nove giorni di proiezioni e incontri, il cinema italiano protagonista in sinergia con la cornice che lo ospita. È il Tuscia Film Fest, di scena dal 12 al 20 luglio 2024 all’arena di Piazza San Lorenzo (di fronte a Palazzo dei Papi) a Viterbo e al Sacro Bosco di Bomarzo.

La 21a edizione del Tusca Film Fest

Manifesto del Tuscia Film Fest 2024 con una foto di scena de “Le avventure di Pinocchio” di Luigi Comencini, girato nel 1972 a Farnese (VT)
© Ufficio stampa Tuscia Film Festival

Invitati alla 21a edizione registi, attori, sceneggiatori e addetti ai lavori chiamati a presentare alcuni significativi titoli italiani che hanno imperversato nelle sale durante l’ultima stagione cinematografica.

Tra questi Un mondo a parte, film di Riccardo Milani scelto per inaugurare la rassegna venerdì 12 luglio. Ogni maledetto Natale, diretto da Giacomo Ciarrapico, Mattia Torre e Luca Vendruscolo, chiuderà invece l’evento sabato 20 nel Sacro Bosco di Bomarzo, aperto eccezionalmente al pubblico di sera. Ciarrapico e Vendruscolo riceveranno il premio Tuscia Terra di Cinema, assegnato per il loro lavoro e in ricordo del compianto Mattia Torre.

L’omaggio vero e proprio al trio di registi avverrà a settembre, dal 12 al 14, nei giardini del Palazzo Comunale di Viterbo, coinvolgendo gli interpreti dell’esilarante serie tv Boris in un confronto con il pubblico.

Immagine della proiezione speciale del 2023 nel Sacro Bosco di Bomarzo di “Bones and all” di Luca Guadagnino.
© Ufficio stampa Tuscia Film Festival

La 21a edizione del Tuscia Film Fest – organizzata da Associazione Cineclub del Genio con Italian Film Festival Berlin – prevede inoltre la consegna del Pipolo Tuscia Cinema e del premio I mestieri del cinema in Piazza San Lorenzo.

Il programma completo sarà ufficializzato venerdì 28 giugno, quando saranno altresì attive le prevendite per le serate speciali sul sito tusciafilmfest.com

Partner istituzionali e non della manifestazione: MiC – Direzione Generale Cinema e Audiovisivo, Regione Lazio, Comune di Viterbo, Fondazione Carivit, ANCE Viterbo, Confartigianato Imprese Viterbo, Sacro Bosco di Bomarzo, Associazione Tuscia Terra di Cinema.

Samuele Pasquino

Classe 1981, mi sono laureato in Lettere presso l'Università degli Studi di Torino. Giornalista dal 2012, ho studiato storia del cinema specializzandomi nell'analisi di pellicole di tutti i generi dalla nascita della Settima Arte a oggi. Tenendo ben presente il concetto di lettura non come intrattenimento bensì come formazione, mi occupo da anni anche di turismo e realizzo reportage di viaggio. Estremamente sensibile alla tematica enogastronomica, tratto la materia con un'attenzione specifica verso la filiera di qualità fra tradizione e innovazione. Per me il giornalismo non è solo una professione, è una missione!
Leggi tutti gli articoli di Samuele Pasquino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *