- Prossimamente

Appuntamento a Land’s End è il nuovo road movie di Gillies MacKinnon

timothy spallRicolmo della stessa poesia che aveva a suo tempo incensato la narrazione di Una storia vera diretto nel 1999 da David Lynch, Appuntamento a Land’s End (The Last Bus) procede sulle medesime corde discutendo di eterno amore, bontà umana e dramma della perdita.

A dirigere il grande attore britannico Timothy Spall (Harry Potter, L’ultimo Samurai, Il discorso del re, Turner) il regista Gillies MacKinnon, autore di Ideus Kinky – Un treno per Marrakech (1998) e Ritorno a Tara Road (2005).

L’ultima perla della sua selezionatissima filmografia uscirà nelle sale il 25 gennaio, prodotta da Hurricane Films e distribuita da Trent Film.

Temi e trama

Si tratta di un fine road movie votato a raccontare sottovoce con romantica sensibilità un intenso viaggio nella memoria, commovente e sincero, fisico e metaforico, capace di toccare plurimi temi, il risveglio dell’io, la consapevolezza di sé e del mondo, la percezione del dolore e della speranza.

È la strada intrapresa da Tom Harper, ex soldato in pensione residente in un piccolo villaggio della Scozia ma motivato a raggiungere in autobus la Land’s End, ovverosia il punto più a sud della Gran Bretagna.

Nel mantenere una promessa fatta alla moglie Mary (ricreare nei minimi dettagli il viaggio compiuto insieme 60 anni prima ma in ordine inverso), l’uomo affronta un percorso di 874 miglia portandosi dietro gli acciacchi tipici di un novantenne e la piacevole scoperta di poter ancora provare meraviglia per un Paese mai visto prima nella sua regale vastità.

L’opera, basata su una sceneggiatura di Joe Ainsworth (che si è ispirato a una conversazione tra il padre e il suocero), si avvale di un cast di attori originari di Glasgow – luogo principale delle riprese – molti dei quali già scritturati in passato da MacKinnon.

Guarda il trailer

Samuele Pasquino

Classe 1981, mi sono laureato in Lettere presso l'Università degli Studi di Torino. Giornalista dal 2012, ho studiato storia del cinema specializzandomi nell'analisi di pellicole di tutti i generi dalla nascita della Settima Arte a oggi. Tenendo ben presente il concetto di lettura non come intrattenimento bensì come formazione, mi occupo da anni anche di turismo e realizzo reportage di viaggio. Estremamente sensibile alla tematica enogastronomica, tratto la materia con un'attenzione specifica verso la filiera di qualità fra tradizione e innovazione. Per me il giornalismo non è solo una professione, è una missione!
Leggi tutti gli articoli di Samuele Pasquino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *