- Home Invasion, Recensioni

La notte del giudizio

la notte del giudizio locandinaTitolo originale: The purge

Regia e sceneggiatura: James DeMonaco

Cast: Ethan Hawke, Lena Headey, Max Burkholder, Adelaide Kane

Musiche: Nathan Whitehead

Produzione: USA 2013

Genere: Home Invasion

Durata: 90 minuti

universal logo platinum dunes logo blumhouse logo   Trailer

 

la notte del giudizio famiglia  the purge movie  assault leader the purge

 

Regia: stellastellastellastella

Interpretazione: stellastellastellastella

Sceneggiatura: stellastellastellastella

Musica: stellastellastella

Giudizio: stellastellastellastella

 

Trama

Nel 2022 gli Stati Uniti d’America hanno un innovativo governo costituito dai Nuovi Padri Fondatori che, per abbassare i tassi di criminalità, hanno istituito la Notte dello Sfogo: una volta l’anno i cittadini possono abbandonarsi per 12 ore a ogni sorta di illegalità non punibile, compreso l’omicidio.

James Sandin (Ethan Hawke) e la sua famiglia si barricano in casa, protetti da un solidissimo sistema di sicurezza. Tutto fila per il meglio, almeno finché uno dei figli non decide impulsivamente di dare rifugio a un vagabondo ferito, inseguito da una banda di giovani spietati che prende di mira l’abitazione cercando di entrare.

Recensione

Nichilismo, anarchia e terrore contraddistinguono questa accattivante pellicola scritta e diretta da James DeMonaco che, traendo evidente ispirazione dal memorabile The strangers (Brian Bertino, 2008), dà corpo visivo a una sceneggiatura ricca di suspense, violenza e richiami filosofico-politici più similari allo spasmo atavico di matrice biblica.

Il film mette in scena una situazione portata oltre ogni limite, contestualizzandosi in un panorama globalizzato dagli atroci contorni e inscrivibile entro un’apocalisse sociale di gravi proporzioni. L’idea, indubbiamente originale, si fa carico dell’attualità, che a sua volta fatica sotto il peso della storia e marcia nell’ottica di un futuro quanto mai incerto, offrendo niente più che una proiezione, più precisamente una prospettiva sulla quale orbita una condizione umana fortemente esasperata, frustrata.

Il concetto della Purga (o sfogo) risulta ottimamente sviluppato e, dunque, aperto a una molteplicità di spiegazioni che volgono in soluzioni più concretamente di natura contenutistica: purga come liberazione dalle scorie, dai reietti, epurazione, purificazione. Trattasi ergo di un principio inflazionato in tempi passati e tornato in auge (pericolosamente) nel tragico presente del mondo odierno.

La notte del giudizio concerne una vera e propria rivolta non al sistema ma alla vessazione che l’individuo esercita su un simile in un arco di tempo prolungato, scatenando letteralmente la pulsione alla vendetta e alla rivalsa, e scavalcando per 12 ore la tendenza a reprimere gli istinti. E’, inoltre, una finestra sull’eterna disuguaglianza fra ricchi e indigenti, sulla discriminazione razziale e, più in generale, sull’incolmabile distanza fra classi sociali diametralmente opposte e destinate a non incontrarsi mai bensì a scontrarsi spesso.

In un clima di crescente inquietudine, l’opera di DeMonaco inscena crudeli giochi che vanno dal nascondino angosciante alla caccia senza tregua, dall’inseguimento al massacro privo di fronzoli, il tutto condito da una buona dose di svelamenti e insistenze sul mascheramento dell’effettiva identità, a suffragio del fatto che la fiducia nel prossimo non trova possibilità di esistere.

Il tema crudo e l’efferatezza fanno da assi portanti per una vicenda priva di esitazioni narrative, fatta eccezione per qualche presa di posizione volutamente ambigua e irreale.

Curiosità

masks the purge movie

Dal film è stata tratta una serie tv di grande successo.

Samuele Pasquino

Samuele Pasquino

Laureato in Lettere Moderne e giornalista pubblicista freelance, sono il creatore e direttore responsabile di Recencinema.it, appassionato della Settima Arte e scrittore eclettico.
Leggi tutti gli articoli di Samuele Pasquino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *